Era in un parcheggio dell’ospedale S.Giovanni in Bosco di Napoli, area “deparcheggiabusivizzata”, cioè liberata dai parcheggiatori abusivi, quando è stato quando è stato accerchiato da due donne e da due uomini e fatto oggetto di una violenta aggressione.



Angelo Bonelli, coordinatore nazionale dei Verdi ha comunicato: “…il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli è stato brutalmente picchiato e aggredito mentre insieme ad alcuni attivisti documentava il fatto che un parcheggio S.Giovanni in Bosco fosse stato liberato dai parcheggiatori abusivi grazie all’azione di denuncia dei Verdi. Quell’area che è tornata ad essere gratuita alla sosta dei familiari dei degenti, nei mesi precedenti era sotto il controllo di pregiudicati”.

Borrelli in questi anni ha fatto sua la battaglia per la legalità a Napoli e proprio stamattina mentre documentava l’azione svolta per il ripristino della legalitá davanti al plesso ospedaliero, è stato rincorso da una macchina da cui è sceso un balordo che l’ha preso a pugni e buttato a terra. Gli aggressori hanno attaccato anche due guardie giurate, rompendo il braccio al primo e lussando una spalla all’altro.


“Non è la prima volta – ha aggiunto Bonelli – che la violenza si abbatte nei confronti di Borrelli mentre svolge il suo lavoro di denuncia civile, per questo ho chiesto al Ministro degli Interni Lamorgese di garantire l’incolumità dello stesso consigliere regionale Borrelli. Il ministro mi ha assicurato telefonicamente che prenderá provvedimenti e che ha giá attivato il Prefetto di Napoli”.

Intano sono già state fermate dalla Polizia tre persone in relazione all’aggressione al consigliere regionale. I tre, tutti residenti a Napoli, sono stati identificati dagli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e trasferiti in Questura. La loro posizione è al vaglio degli investigatori.



Share