Si chiude il ritiro del Napoli in quel di Castel di Sangro. E quale modo migliore di concludere l’esperienza abruzzese se non con una vittoria. Gli azzurri si impongono 4-0 sul Teramo (compagine di Serie C) nell’amichevole disputata allo stadio Teofilo Patini, davanti a mille spettatori.


Grande protagonista del match, come lo è stato in effetti per tutti gli undici giorni di ritiro, Victor Osimhen. Il centravanti nigeriano ha messo a segno una bella tripletta, aprendo le marcature nel primo tempo e infilando in rete le altre due palle nella ripresa. Il provvisorio 2-0 è stato messo a segno da Lozano.

Gattuso ripropone il 4-2-3-1, che tanto sta sperimentando in questi giorni di allenamento, anche se la formazione è priva di diversi titolari, per via delle convocazioni delle nazionali per la Nations League. Si sono infatti visti in campo dal primo minuto Malcuit, Luperto, Ghoulam, Gaetano e Younes, tutti giocatori che o sono sul piede di partenza o che comunque troverebbero poco spazio in situazione di ranghi completi.


Partita, come prevedibile, data la differenza di valori in campo, dominata dal Napoli per tutto l’arco dei novanta minuti. Sono state buone le prove di Lozano, Politano e Younes negli inediti ruoli di trequartisti, e ovviamente da applausi la prestazione di Osimhen. Sono sei i gol dell’attaccante in una partita e mezzo disputata: ovviamente ora bisogna vederlo contro squadre di livello superiore, ma il biglietto da visita è senza dubbio da incorniciare.

Chi invece sembra con la testa altrove è Koulibaly, autore di un errore macroscopico sull’1-0 che per poco non permetteva al Teramo di pareggiare. È ovvio che il difensore sia distratto dalle situazioni di mercato che lo coinvolgono, con il sempre più forte interessamento del Manchester City, e bisogna quindi chiarire una volta per tutte il suo futuro, che sia a Napoli o altrove.


Ora ci sarà il ritorno in Campania, con gli azzurri che continueranno gli allenamenti a Castel Volturno. Il 10 settembre ci sarà un allenamento allo stadio San Paolo e per il giorno dopo è previsto proprio a Fuorigrotta il test contro il Pescara (si sta valutando di giocare a porte aperte). Il 13 settembre a Lisbona il Napoli disputerà l’ultima amichevole precampionato a Lisbona con lo Sporting, poi testa al 20 per l’esordio in campionato al Tardini di Parma.

Salvatore Emmanuele Palumbo

Share