Nuova impennata nei contagi con 218 nuovi casi riscontrati nelle ultime 24 ore su 4.262 tamponi processati. Rientrano tra questi 64 da Paesi esteri e 12 da Sardegna. Ma a questi numeri devono essere aggiunti altri 42 casi relativi ai giorni scorsi.


Ad essere particolarmente colpita è la provincia di Napoli, ma il virus sta interessando tutto il territorio regionale.

Anche la percentuale, ovviamente, segna una netta risalita. Il rapporto tra i tamponi processati e gli effettivi positivi raggiunge una percentuale del 5,11%, ieri era a 1,84%, il secondo dato peggiore da aprile e non tiene conto degli ulteriori 42 casi confermati ieri e ufficializzati solo oggi. Per cui, il dato definitivo dei nuovi positivi è di 260 casi ufficilamente da conteggiare oggi. La percentuale, stando a questo totale salirebbe addirittura al 6,1%.




I positivi in Campania dall’inizio della crisi Covid hanno superato gli ottomila contando ormai 8.128 in totale. In totale i tamponi analizzati in Campania salgono a 459.231 dall’inizio dei contagi.

I pazienti ricoverati con sintomi in Campania a tutt’oggi sono 223, solo due in più quattordici rispetto a ieri. In terapia intensiva restano stabili i ricoveri con 7 i pazienti che stanno lottando più strenuamente con il virus. Il numero delle vittime resta invariato, sono sempre 448 quelli che si sono dovuti arrendere al Covid. Oggi non sono stati registrati decessi.


Sono 12 i guariti e quindi il totale sale a 4.490, di cui 4.485 completamente guariti e 5 clinicamente guariti. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti divenuti asintomatici ma ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione.

I casi attualmente positivi, cioé esclusi i guariti e i deceduti, sono 3.190, ancora altri 248 in più, mentre sale anche il numero delle persone in isolamento domiciliare e sono ora 2.960, 246 in più.


Oggi, intanto, l’Unità di Crisi e il governatore della Campania hanno deciso. Accolto l’invito dei Comuni, che si erano fatti sentire con una lettera inviata dal presidente dell’Anci Campania: prorogata la ripresa della scuola a 24 settembre.

La Giunta regionale ha anche disposto tamponi e test obbligatori per l’intero personale scolastico.




A livello nazionale, oggi in Italia si registrano altri 1.108 casiI casi totali nel nostro Paese sono 278.784: al momento sono 32.993 le persone che risultano positive al virus. Le persone guarite sono 210.238.

I pazienti ricoverati con sintomi sono 1.719, in terapia intensiva 142 mentre 31.132 si trovano in isolamento domiciliare.

I deceduti sono 35.553, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.



Questa la storia dei contagi in Campania negli ultimi dieci giorni:

Venerdì 28 agosto          – 4,31%   – 188 contagiati
Sabato 29 agosto           – 4,01%   – 270 contagiati
Domenica 30 agosto       – 3,18%   – 184 contagiati
Lunedì 31 agosto            – 1,74%   102 contagiati
Martedì 1 settembre       – 2,27%  117 contagiati
Mercoledì 2 settembre     – 3,01%  – 193 contagiati
Giovedì 3 settembre        – 2,75%  – 171 contagiati  
Venerdì 4 settembre        – 1,75%  – 119 contagiati
Sabato 5 settembre         – 1,84%  – 100 contagiati (oggi altri 83 casi dai giorni scorsi)
Domenica 6 settembre     – 5,11%  – 218 contagiati (oggi altri 42 conteggiati oggi)




Questi i dati del contagio provincia per provincia:

– Provincia di Napoli       : 4.857     (+124)   
– Provincia di Salerno     : 1.133       (+17)                            
– Provincia di Avellino    :    669          (+7)                                
– Provincia di Caserta     : 1.135       (+37)         
Provincia di Benevento:   256                                                 

Il dato riferisce il riepilogo diffuso dalla Protezione Civile comprendente anche casi confermati.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteYaMatt: da venerdì 11 settembre in radio il nuovo singolo “Desideri”
SuccessivoLa priorità della scuola italiana: i banchi della Azzolina. E i precari stanno a guardare
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.