E’ una campagna elettorale per tanti versi anomala quella che si sta conducendo in questo periodo, con i dati dei contagiati da Covid-19 quotidianamente e progressivamente in aumento. Il rischio di una seconda ondata, statistiche alla mano, si fa giorno per giorno sempre più concreta. Ciò che più preoccupa è l’aumento dei casi di ricovero nelle corsie ospedaliere che riportano alla mente quei drammatici giorni in cui le terapie intensive, soprattutto nelle Regioni più colpite come la Lombardia, erano sature di pazienti.


E’ su questo scenario che in alcune zone del Paese i cittadini non saranno soltanto chiamati al voto per confermare o meno la riforma costituzionale sul taglio del parlamentari ma anche per il rinnovo di Consigli regionali e comunali.

Fra tanti Comuni c’è Ercolano laddove, a due settimane dal voto, la sfida elettorale è tutta a distanza, a mezzo video e post pubblicati e divulgati sui canali social di propaganda. I due principali contendenti alla carica di sindaco, ossia il primo cittadino Ciro Buonajuto e la Consigliera Colomba Formisano, entrambi uscenti, avevano già annunciato nelle scorse settimane di limitare al massimo i comizi per evitare assembramenti di persone. Così niente eventi di apertura e di chiusura delle rispettive campagne elettorali per i candidati alla fascia tricolore. Una decisione responsabile, non c’è che dire.


Difatti negli ultimi giorni di Agosto l’Amministrazione aveva deciso tramite una ordinanza sindacale di annullare tutte le manifestazioni pubbliche, incluse quelle già programmate come le visite notturne al Parco Archeologico nell’ambito del cartellone di eventi organizzato dalla Regione “Campania by night”. Stessa sorte è toccata anche alle serate speciali al Mav (Museo archeologico virtuale) e all’Open Festival. L’ esibizione musicale sul gran cono del Vesuvio programmata dal Pomigliano Jazz Festival, invece, si è tenuta rigorosamente in diretta streaming.

A parte ciò è sui programmi che in questa fase si stanno focalizzando i vari schieramenti in campo. Buonajuto, con la sua coalizione composta da cinque liste, punta a dare continuità alla sua azione amministrativa mettendo in campo alcune opere di riqualificazione urbana come ad esempio la realizzazione delle fogne nella zona alta della Città e di diverse aree di parcheggio dislocate in più punti. E sul fronte sicurezza, tema molto sentito dalla comunità, viene prevista l’installazione della videosorveglianza sull’intero territorio cittadino.



La Formisano, dal suo canto, con un altrettanto numero di liste a supporto, punta col suo slogan “Ercolano bella” al rilancio dell’immagine della Città attraverso il miglioramento dei servizi e, più in generale, della qualità della vita. L’attivazione di un asilo nido comunale, il passaggio alla tariffa puntuale per la riduzione della tassa sulla spazzatura, la realizzazione di centri di raccolta, la riqualificazione di quartieri periferici e così via. Ma anche sviluppo economico puntando sul turismo e sulla promozione del territorio. Questi alcuni dei punti del suo programma di governo.

Infine gli outsider Luigi Parentato, sostenuto dalla lista civica “Centro democratico”, e Pierluigi Sorrentino con la lista “Ercolano E’ la Stella”, puntano sulla trasparenza e sulla legalità. In particolare quest’ultimo fa leva sulla partecipazione della cittadinanza ai processi decisionali con riguardo a settori come il commercio e il turismo.


Insomma, è tutto pronto ormai per il voto che si terrà nei giorni 20 e 21 Settembre. Pochi giorni fa sono stati selezionati anche gli scrutatori – con il sorteggio integrale mandato in diretta streaming – i quali saranno impegnati nei seggi elettorali. E’ probabile che a causa dell’eccezionale momento storico si registreranno percentuali di astensionismo in crescita.

Danilo Roberto Cascone



Share