Lunedi 14 nel centro cittadino, in un incontro – conferenza il capogruppo di Azione Ercolano Piero Sabbarese e il Senatore Matteo Richetti insieme a Piercamillo Falasca Vicesegretario nazionale di Più Europa, hanno incontrato i candidati e gli elettori che sosterranno Vincenzo Romano come sindaco di Pomigliano. C’è stato anche l’intervento di Elena Serino della lista Più Pomigliano che sostiene il giovane avvocato.


Un’ora di confronti interessanti sulla realtà politica pomiglianese e sulla coerenza del progetto politico del candidato Vincenzo Romano da loro fortemente sostenuto. Piero Sabbarese ha riportato la testimonianza della sua esperienza politica, che rispecchia fortemente quella vissuta da Romano sul territorio pomiglianese. Dopo l’allontanamento del giovane consigliere ercolanese dal PD e l’adesione ad Azione di Carlo Calenda, il suo gruppo ha potuto dare vita ad un nuovo soggetto politico, per poter promuovere nuovi spazi e una classe politica giovane. Da qui la sinergia con il progetto politico costruito da Romano e i 72 candidati uniti da un unico progetto quello di una Pomigliano che vale e che guarda all’Europa.


Il Vicepresidente Falasca si è detto entusiasta della candidatura dell’avvocato. Arrivare al ballottaggio segnerebbe una fase storica per la cittadina pomiglianese, proponendo un’amministrazione che è la testimonianza di un vero cambio generazionale. La città che è conosciuta al mondo per i suoi poli industriali, dichiara Falasca, è diventata oggetto d’interesse, perché città d’origine dell’attuale Ministro degl’Esteri. Stereotipata come città del reddito di cittadinanza e roccaforte di una classe politica che si è preoccupata d’assicurare un posto dirigenziale nei siti industriali locali, ad un compagno di classe. Il suo monito al sostegno di Romano – Pomigliano ha bisogno di riacquistare credibilità-


Il Senatore Matteo Richetti conclude il dibattito sottolineando che Pomigliano oggi si presenta alle amministrative con una geografia politica del territorio incoerente e la contraddizione delle liste presentate dai due schieramenti di punta ne è la testimonianza. Dichiara – Bisogna chiedere a questa classe politica trasparenza per governare questa terra perché c’è necessità di un’offerta politica chiara e coerente, oggi sono qui a sostegno della coalizione di Romano e i suoi candidati per allargare il fronte di coloro che guardano alla  politica come una soluzione e non come un problema.


Share