Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Secondigliano, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Cupa Vicinale dell’Arco hanno notato un uomo che, alla loro vista, è rientrato frettolosamente in un palazzo. I poliziotti lo hanno raggiunto e bloccato accertando che si era allontanato dal proprio domicilio dove è sottoposto al regime degli arresti domiciliari per reati in materia di stupefacenti.



L’uomo, Antonio Amaro, napoletano di 39 anni, è stato arrestato per evasione.
Inoltre, stanotte gli agenti hanno notato in via Desiderio un’auto con a bordo due giovani che stavano parlando con una persona appiedata che aveva diverse ferite al volto. I poliziotti li hanno fermati rinvenendo nel bagagliaio due mazze da baseball, una in ferro e l’altra in legno, della lunghezza di circa 80 e 60 cm, ed hanno accertato che le stesse erano di proprietà dell’uomo ferito.

V.M. e C.T., napoletani di 26 e 44 anni con precedenti di polizia, e T.B., acerrano di 24 anni, sono stati denunciati per porto di armi od oggetti atti ad offendere.



Share