A Pompei i carabinieri del posto fisso Santuario – nell’ambito di servizi disposti dal comando provinciale di Napoli volti al controllo nelle adiacenze della basilica – hanno arrestato un cittadino polacco, da tempo ricercato in tutta Europa per numerosi furti commessi nel suo Paese di origine.



Durante una delle quotidiane pattuglie a piedi svolte per garantire la sicurezza dei cittadini e dei turisti al santuario, i militari dell’arma hanno notato il 35enne allontanarsi con fare sospetto verso la casa del pellegrino e lo hanno bloccato per controllarlo.

I militari hanno constatato che si trattava effettivamente di un ricercato colpito da una pena ancora da espiare in Polonia, motivo per cui veniva arrestato. L’uomo farà rientro nel proprio paese per continuare la permanenza in carcere.



Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteAl via la Rail Action Week: controlli straordinari nelle stazioni ferroviarie
SuccessivoPrese parte all’aggressione di due giovani, arrestato 20enne di Santa Maria la Carità
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.