“La città di domani è smart, ecologica e innovativa. Servizi comunali digitalizzati, wi fi gratuito nei punti nevralgici della città, mobilità in sharing ed utilizzo sostenibile delle risorse”.

È il progetto di innovazione avanzato dal candidato sindaco Carmine Lo Sapio alle prese con la definizione del programma elettorale che, tra pochi giorni, verrà presentato alla città. “La nostra amministrazione investirà in modo particolare sulla partecipazione e la responsabilità condivisa. I cittadini saranno centrali nella definizione delle scelte e nelle azioni da mettere in campo per migliorare la città, per questo avvieremo subito canali d’informazione e comunicazione puntuali. Due aspetti fondamentali per permettere ai cittadini di interagire, dialogare e prendere parte allo sviluppo e alle decisioni amministrative. Una delle prime cose che ci prefissiamo di fare – afferma Lo Sapio – è dotare il Comune di un sistema informatico che permetta a chiunque di inviare in tempo reale una segnalazione su un problema o una richiesta. Una pratica che stiamo avviando già in campagna elettorale.


A momenti, la nostra bozza di programma sarà integrata e definita con l’aiuto dei cittadini. In realtà, dopo quelli con le varie categorie professionali, avevamo in programma una serie di incontri pubblici con la cittadinanza, ma le ultime disposizioni in materia di controllo e prevenzione del Covid ci hanno costretto a cancellarli. Ciò nonostante, il confronto andrà avanti, cambieranno solo le modalità. Abbiamo già attivato una mail a cui far pervenire suggerimenti e/o integrazioni e i vari punti saranno esposti anche attraverso la mia pagina Fb e anche lì, saremo pronti ad accogliere le osservazioni dei cittadini”.


“Grazie alle soluzioni smart – continua Lo Sapio – i cittadini potranno usufruire di agevolazioni per i servizi sociali, chiedere e compilare certificati, presentare pratiche amministrative, avere chiarimenti in merito a determinate procedure ed effettuare pagamenti. Il tutto con la garanzia della sicurezza sulla protezione dei dati. Siamo infatti convinti che la futura amministrazione dovrà dare centralità al capitale umano, alle risorse ambientali, alle relazioni e ai beni della comunità. Una città smart sarà così in grado di dare risposte pratiche e veloci non solo ai residenti, ma anche ai tanti turisti che scelgono di visitarla. Fondamentale, in tal senso, sarà l’investimento anche in termini di mobilità smart, non solo la possibilità di pagare la sosta direttamente dal cellulare, ma anche di potersi spostare in maniera ecologica e sostenibile grazie a servizi di bike sharing. E’ chiaro che tutto ciò passa per la creazione di una rete di hotspot, attraverso i quali cittadini e turisti potranno connettersi gratuitamente in wifi e accedere ai diversi servizi offerti.

Affinché una città sia davvero smart – conclude il candidato sindaco di centrosinistra – è necessario riservare un’attenzione particolare anche all’ambiente attraverso per esempio la possibilità di istallare “lampioni intelligenti” e un’illuminazione pubblica adattiva, nonché attraverso il monitoraggio ambientale e il controllo della qualità dell’aria e del traffico. Pompei ha tutte le caratteristiche per diventare una città smart, una città protagonista del proprio futuro, e perché no, città capofila per l’innovazione tecnologica in termini di servizi e qualità della vita”.



 

Share