“Cinghialotti e lanciafiamme sono serviti per vincere le elezioni, ma non per salvare la Campania”. Lo ha detto Valeria Ciarambino, candidata del Movimento 5 Stelle alla presidenza della Regione Campania, nel commentare i risultati di queste Regionali 2020.


“Una battaglia difficilissima falsata fin dall’inizio, ho scelto di combatterla perché le persone perbene hanno diritto a una speranza e la politica merita dignità onore e pulizia sono i fari che hanno ispirato la mia campagna elettorale. La sfida campana era la più difficile in assoluto – ha affermato – ho combattuto contro uno che è stato trasformato in star dal Covid, uno che ha avuto una visibilità assoluta per 4 mesi. De Luca nella veste di comico si trova bene”.

Ciarambino ammette la sconfitta di larghissima misura e attacca il riconfermato Vincenzo De Luca: “Ora le 15 liste e gli oltre 700 candidati presenteranno il conto”.


La candidata pentastellata non ha risparmiato attacchi anche all’avversario del centrodestra Stefano Caldoro: “Siamo stati noi la vera e unica opposizione in Consiglio regionale in questi 5 anni. Caldoro – ha affermato – potrà mandare la sua controfigura in cartone in Consiglio, nessuno si accorgerà della differenza”. Il riferimento ironico della Ciarambino è alle sagome cartonate usate durante la campagna elettorale dal candidato del centrodestra.



Share