Niente ballottaggio, Zinno sarà riconfermato alla guida di San Giorgio a Cremano. È quanto emerge dai risultati parziali ma comunque inequivocabili dello spoglio per le elezioni comunali. Il sindaco uscente, a capo della coalizione del Pd, si appresta addirittura a superare il 58% ottenuto nella tornata del 2015. Tonfo dell’avversario Giovanni Marino, con il Laboratorio Civico che si assesta attorno al 25%, praticamente doppiato in buona parte delle 54 sezioni cittadine. Un successo largo, quello di Zinno, in cui ha probabilmente inciso l’alta affluenza (quasi al 70% per un totale di oltre 25mila votanti) alle urne registrata nella due giorni di ieri e domenica. In forte ribasso anche i Cinque Stelle, che vedono lontanissimo il 19% delle ultime amministrative. In lotta per uno scranno in Consiglio anche Luigi Gallo di Italia in Comune.


E se Marino ha preferito per ora non commentare il flop elettorale, Zinno è invece parso raggiante alla luce del successo: «I sangiorgesi si sono espressi. Sono commosso ed emozionato nel ricevere i primi risultati che arrivano dalle sezioni elettorali: una valanga di voti hanno premiato me, i miei collaboratori, la mia coalizione. Siamo in attesa di numeri certi, ma pare che il mio risultato si attesti su percentuali molto alte». Le ultime stime danno infatti la coalizione di Zinno vicina al 65% di consensi.


«Abbiamo vissuto mesi difficilissimi, ho provato a guidare questa straordinaria comunità con amore e attenzione, non risparmiandomi – afferma il sindaco -. Sono felice che sia stato riconosciuto il lavoro svolto in questi anni dalla mia Amministrazione e dalla macchina amministrativa del Comune, che ringrazio per la serietà e la dedizione dimostrata. La Città non si è fatta strumentalizzare, ha compreso chi aveva ed ha un’idea chiara del futuro, chi privilegia i programmi al chiacchiericcio. Sono onorato di questo risultato e di poter guidare San Giorgio a Cremano per i prossimi cinque anni».

Francesco De Sio


Share