Vincenzo De Luca sarà il governatore della Campania per i prossimi cinque anni. Il presidente uscente è stato riconfermato stravincendo oltre ogni pronostico. De Luca ha confermato la propria leadership una volta usciti dal lockdown causato dall’emergenza epidemiologica legata al coronavirus. Il governatore si è imposto con il 70% delle preferenze contro il 18% di Stefano Caldoro, candidato del centrodestra. I campani, insomma, avrebbero visto in De Luca una guida sicura che ha portato la regione fuori dall’emergenzza. La Lega si è fermata ad appena il 5% dei voti.

E’ tempo quindi di conteggi per i consiglieri regionali. La maggioranza potrebbe arrivare fino a 34 seggi nel Consiglio regionale della Campania, lasciandone 16 alle opposizioni, 9 al centrodestra e 7 al Movimento 5 Stelle. Sicuri i seggi al momento per il Partito Democratico, De Luca Presidente, Campania Libera, Italia Viva, Fare Democratico Popolari e Noi Campani mentre tutte le altre liste potranno eleggere consiglieri regionali con la spartizione dei resti.



Riconfermato Mario Casillo da Boscoreale, re delle preferenze a Napoli e provincia: per lui 40mila preferenze. Benissimo anche Loredana Raia e Bruna Fiola, Massimiliano Manfredi ed Enza Amato. Ottimo risultato per Vittoria Lettieri, figlia del sindaco di Acerra e prima eletta con più di diecimila voti: bene anche l’assessore uscente Lucia Fortini e l’ex caldoriano di ferro Carmine Mocerino. Francesco Iovino è leader di Italia Viva a Napoli mentre Felice Di Maiolo è davanti a tutti tra i candidati di Fare democratico – Popolari. Tommaso Casillo si prende la leadership nell’altra civica del presidente, Campania Libera.

Rischia moltissimo Francesco Emilio Borrelli, forte di 15 mila preferenze ma penalizzato dalla pessima performance della sua Europa Verde. A Salerno i più votati sono Franco Picarone e Simone Valiante del Pd, Luca Cascone di De Luca presidente, Nino Savastano di Campania Libera, Antonello Di Cerbo del Partito socialista e Tommaso Pellegrino di Italia Viva. A Caserta Gennaro Oliviero supera Stefano Graziano nel Pd, Giovanni Zannini guida la lista del presidente e Vincenzo Santangelo è il più votato di Italia Viva. Ad Avellino bene Maurizio Petracca del Pd e Vincenzo Alaia di Italia Viva, mentre a Benevento il dem Mino Mortaruolo ha portato a casa un buon risultato insieme a Luigi Abbate di Noi Campani.



Fratelli d’Italia all’opposizione è il primo partito del centrodestra con Michele Schiano di Visconti e Marco Nonno davanti a tutti a Napoli e Nunzio Carpentieri in testa a Salerno. Ottima l’affermazione di Severino Nappi a Napoli, Gianpiero Zinzi a Caserta e Attilio Pierro a Salerno, mentre Forza Italia crolla sul gradino più basso del podio di coalizione. Anna Rita Patriarca strappa un seggio a Napoli mentre Franco Cascone è in trepidante attesa dei conteggi. Lello Ciccone è primo a Salerno e Massimo Grimaldi si conferma a Caserta. Per i 5 Stelle confermati in consiglio regionale regionale Gennaro Saiello e Maria Muscarà a Napoli e Michele Cammarano a Salerno. Antonio Carbisiero a Caserta dovrebbe entrare in consiglio.

https://www.facebook.com/vincenzodeluca.it/videos/961597040986822

Share
Condividi
PrecedenteIl Sant’Egidio femminile batte la Ternana 5-0
SuccessivoErcolano, Buonajuto stravince al primo turno
avatar
Il settimanale “Il Gazzettino vesuviano” fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo, si interessa delle tematiche legate al territorio vesuviano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante realtà che operano sul territorio.