“Castellammare è un tesoro di arte, storia, cultura, bellezze ineguagliabili. E abbiamo intrapreso questa sfida per metterci in mostra al cospetto dell’intera nazione”. Queste le parole del sindaco Gaetano Cimmino il 24 settembre 2020 durante l’inaugurazione del Museo Archeologico Nazionale Libero d’Orsi negli ambienti storici della Reggia di Quisisana.



Il percorso e le bellezze a Castellammare

museo castellammare archeologico 1Si tratta di un percorso tra le bellezze archeologiche che raccontano storia e cultura dei popoli antichi. L’iniziativa è stata promossa dal Parco Archeologico di Pompei, coadiuvato dall’aiuto di Electa e del Comune di Castellammare di Stabia.

Nel percorso si possono incontrare opere che non erano mai state esposte prima d’ora in Italia. Affreschi, pavimenti, sculture e terre cotte appartenenti al sito reale borbonico, insieme a testimonianze della vita quotidiana che si svolgeva nelle ville romane d’otium e rustiche. In sintesi, un quadro complessivo di Stabiae e dell’Ager Stabianus dell’età arcaica Gino al 79 d. C. Presenti all’inaugurazione oltre al sindaco Gaetano Cimmino e la sua giunta, anche le autorità militari ed il direttore di tutti i musei italiani Massimo Osanna. Annullata la partecipazione del ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini.



Museo Archeologico Nazionale “Libero d’Orsi”: così Franceschini

“Manifesto un sincero apprezzamento per i risultati straordinari raggiunti dal direttore Massimo Osanna – ha fatto sapere il ministro Franceschini attraverso un messaggio – e da tutte le professionalità che hanno lavorato in questi anni nel Parco Archeologico di Pompei. Oggi la vera sfida da vincere è quella fuori e intorno agli Scavi, e l’apertura del Museo Archeologico ‘Libero D’Orsi’ va in questa direzione”. Orgoglioso di questo nuovo traguardo anche il primo cittadino Gaetano Cimmino che non ha mancato a ricordare che l’appuntamento museale si inserisce in un progetto più ampio, quello della città di Castellammare candidata a capitale della cultura 2022.

Il sindaco Cimmino: “Osanna cittadino onorario”

“Questo appuntamento va a rafforzare ulteriormente un progetto sul quale stiamo museo castellammare archeologico 2lavorando intensamente da 9 mesi – ha spiegato Cimmino -, ossia la candidatura di Castellammare di Stabia a capitale italiana della cultura 2022. Castellammare è un tesoro di arte, storia, cultura, bellezze ineguagliabili. E abbiamo intrapreso questa sfida con la consapevolezza di avere tutte le carte in regola per metterci in mostra al cospetto dell’intera nazione. Mi impegnerò ancora di più per diffondere nelle scuole la storia di Castellammare, che deve rappresentare la pietra miliare per la crescita delle nuove generazioni. Il 15 ottobre 2019 abbiamo firmato insieme l’accordo di valorizzazione per la realizzazione del Museo Archeologico nella Reggia di Quisisana, che oggi trova compimento a meno di un anno dopo quella firma.



Un percorso che ho condiviso passo dopo passo con il professor Massimo Osanna, con cui si è creata una sintonia totale e che non finirò mai di ringraziare per lo straordinario impegno, la professionalità e l’attenzione dimostrata in questi anni per la nostra città. E proprio per questo motivo ho deciso con ferma convinzione di conferire ad Osanna, direttore dei Musei Italiani, il titolo di cittadino onorario di Castellammare di Stabia. Ricordate: trarre insegnamento dal passato è fondamentale per costruire il nostro presente e gettare lo sguardo al futuro”.

Annalibera Di Martino

Il Museo Archeologico Nazionale “Libero d’Orsi” è realtà a Castellammare: ecco le opere mai esposte prima in Italia

Il Museo Archeologico Nazionale “Libero d’Orsi” è realtà a Castellammare: ecco le opere mai esposte prima in Italia.Museo Archeologico Nazionale "Libero d’Orsi": affreschi, pavimenti, sculture e terre cotte appartenenti al sito reale borbonico, insieme a testimonianze della vita quotidiana.https://www.ilgazzettinovesuviano.com/2020/09/25/museo-archeologico-nazionale-libero-dorsi-realta-castellammare/

Pubblicato da il Gazzettino vesuviano su Venerdì 25 settembre 2020

Share