Dopo aver smosso l’Italia e risvegliato gli animi dai pericoli legati all’eccesso di comunicazione catastrofista da parte di media, soprattutto nei bambini, il gruppo di donne e mamme, partito inizialmente come ‘Salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria’, torna in campo con il nome ‘Tuteliamo i bambini’.

Il gruppo ha organizzato infatti un convegno dal nome: SCIENZA E COSCIENZA PER UNA SANA LIBERTÀ DI SCELTA” – LEGGI “LORENZIN” E “AZZOLINA” ED EFFETTI PSICOFISICI SUI BAMBINI.

L’appuntamento sarà questo 3 ottobre ROMA, nella sala conferenze del Residence Parco Tirreno, in Via Aurelia 481. La giornata partirà alle 10.00 e procederà fino alle 20.00 della sera, con la relativa pausa pranzo.

Chiunque vorrà fare domande, potrà porle agli specialisti della materia ricevendo le relative risposte.

Il convegno scientifico interdisciplinare (area istruzione, legale, sanitaria) verrà anche tradotte in tedesco, spagnolo, francese, russo, ovviamente inglese ed altre lingue. Il fine infatti sarà proprio quello di diffondere il video della giornata in più paesi, con i sottotitoli in lingua, ma anche quello di preparare un documento scientifico di sintesi, che verrà poi distribuito sia sul piano nazionale che internazionale.

I professionisti che hanno scelto liberamente di partecipare e di fornire il loro contributo, porteranno e presenteranno “l’altra tesi”, logica, attendibile e scientifica, oltre che giuridico-legale, della situazione che stanno ancora vivendo gli italiani.

La portavoce del gruppo Serena Donnini ci parla inoltre dell’importanza della ‘capacità di scelta’, “il che non vuol dire disubbidienza, ma continuare a vivere, in questo caso il Covid, in maniera più armoniosa e senza catastrofismo. Guardare al Covid con un atteggiamento positivo per migliorare la società nella quale viviamo anteponendo il rispetto per la persona umana nella sua integrità a tutto il resto”.

Convegno Tuteliamo i Bambini - SCIENZA E COSCIENZA PER UNA SANA LIBERTÀ DI SCELTA - LEGGI LORENZIN E AZZOLINA ED EFFETTI PSICOFISICI SUI BAMBINI

Ci saranno nomi importanti, come ad esempio quello del presidente dell’ordine dei biologi italiani e senatore della Repubblica, Vincenzo D’Anna, del quale riportiamo un passaggio dal suo portale web personale, che si addice proprio allo spirito della giornata organizzata: “Può esistere una pandemia, per lo più domestica, dovuta ad un virus autoctono giunto mesi prima sul territorio di alcune regioni settentrionali, ma ignorata per principio. Alcuni scienziati “indipendenti” ne denunciano l’esistenza, eppure un comitato scientifico, costituito da altri scienziati allineati alla politica ed alle istituzioni governative, quindi apoditticamente più scienziati degli altri, può sconfessare i primi. La situazione è grave, ma non è seria, se non appartieni al mainstream della scienza istituzionalizzata ti ritengono poco più che un fesso. Capita che i morti siano malamente contati, non sul numero reale degli infetti. Di conseguenza la gente viene terrorizzata attraverso le reti televisive, i giornali e i mezzi di informazione, che parlano all’unisono. Tuttavia, nessuno si sogna di dar retta a medici ‘indipendenti’ sulle vere cause della malattia ed i rimedi di cura appropriati diversi da quelli già inutilmente tentati”.

Di seguito l’ordine degli interventi:

10:00 – 10:30 dr.ssa Paola Zaniboni
10:30 – 11:00 dr. Giovanni Tolino
11:00 – 11:30 avv. Edoardo Polacco
11:30 – 12:00 avv Nino Moriggia
12:00 – 12:30 prof.ssa Solange Hutter
12:30 – 13:00 prof. Giulio Tarro
13:00 – 13:30 avv. Roberto Ionta
13:30 – 15:00 PAUSA PRANZO
15:00 – 15:30 prof.ssa Antonietta Gatti
15:30 – 16:00 dr. Giovanni Moscarella
16:00 – 16:30 prof. Giuseppe Digimignani
16:30 – 17:00 avv. Claudia Blandamura
17:00 – 17:30 avv. Riccardo Luzi
17:30 – 18:00 avv. Diego Chirico
18:00 – 18:30 prof. Pasquale Bacco
18:30 – 19:00 prof. Vincenzo D’Anna
19:00 – 19:30 dr. Giuliano Marino

Andrea Ippolito

Share