Arrotondava con il contrabbando il reddito di cittadinanza che percepiva dal 2019, o forse l’inverso, magari arrotondava con il reddito di Stato l’attività di contrabbandiere. Le sigarette erano il mestiere del 55enne arrestato dagli uomini del comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli.

La parte più interessante di tutta la faccenda è dato proprio dal fatto che l’uomo da ben due anni percepiva proprio il reddito di cittadinanza.


In particolare, i finanzieri del Gruppo di Nola durante un controllo in strada hanno fermato un’autovettura con i vetri posteriori oscurati e hanno eseguito un rapido controllo scoprendo diverse casse di sigarette nascoste nel cofano e sui sedili posteriori del veicolo.

Le successive perquisizioni, estese al garage utilizzato dal soggetto come deposito, hanno portato al sequestro di ulteriori decine di casse di “bionde” del tipo “cheap white”, marca Regina. Il totale delle sigarette sequestrate è di 190 chili.


I contestuali accertamenti economico-finanziari hanno poi fatto emergere che il contrabbandiere risultava anche percettore del ‘reddito di cittadinanza’; pertanto, le Fiamme Gialle hanno inviato la segnalazione all’Inps per l’avvio delle procedure di recupero.

Il risultato è frutto anche dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio organizzati dal comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli nell’ambito dei dispositivi di prevenzione dei rischi connessi alla pandemia da Covid-19.



Share