La vertenza Auchan-Conad sbarca in Comune. Stamattina l’incontro tra il primo cittadino Carmine Lo Sapio e le Rappresentanze Sindacali Aziendali. Un colloquio che è servito a fare il punto della situazione e nel corso del quale il sindaco Lo Sapio ha avuto modo di raccogliere le istanze e le aspettative dei dipendenti.

Un incontro significativo perché nonostante l’apertura della vertenza che interessa i lavoratori dell’ex Auchan di via Ponte Nuovo sia aperta da ben due anni, è la prima volta approda su un tavolo istituzionale a Palazzo De Fusco. Sono ben 106 i dipendenti coinvolti nella querelle e il cui destino occupazionale è legato ad un filo sottilissimo da troppo tempo.


Alla luce dei fatti, l’intento dell’Amministrazione comunale è quello di chiedere con determinazione un’intesa con il colosso Conad Margherita (che nel luglio del 2019 ha rilevato i 1870 punti vendita gestiti in Italia dai francesi di Auchan) affinché vengano mantenuti i livelli occupazionali. Ancora incerte, infatti, le strategie industriali che il marchio ha intenzione di attuare nella struttura pompeiana.


Così come confermato dalle RSA di Cgil, Ugl e Uil presenti questa mattina, il gruppo Conad Margherita non ha ancora ufficialmente comunicato le sorti dello stabilimento, se ha intenzione di avviare un’azione di rilancio, di ridimensionamento o di riconversione delle attività. Dubbi che pesano come un macigno sulla vita di 106 famiglie.


Considerando l’attuale stato di crisi economica generale è forte il pressing dell’Amministrazione comunale sul mantenimento dell’odierna soglia occupazionale. Per avviare un canale di comunicazione con il colosso e approfondire la questione in maniera meticolosa anche dal punto di vista burocratico, il sindaco Lo Sapio ha aggiornato il tavolo di concertazione a giovedì 8 ottobre quando a palazzo de Fusco, oltre ai rappresentati della Rsa torneranno anche i referenti regionali di Cgil, Uil e Ugl. La vertenza Auchan-Conad, infatti, è seguita con molta attenzione anche a livello regionale perché oltre a quella di Pompei coinvolge altre tre strutture: quelle di Nola, di Mugnano di Giugliano per un totale di 608 dipendenti.



Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteCasoria: rapina ai danni di un’automobilista. Due uomini fermati
SuccessivoUn plebiscito riconferma Francesco Ranieri alla guida di Terzigno
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.