Il Comune di Arzano da domani sottoposto a lockdown a causa dell’elevato numero si contagi sul territorio comunale: con i 33 delle ultime 24 ore il numero di cittadini positivi è arrivato a 200.

Commissione Straordinaria che regge il popoloso comune a nord di Napoli, preso atto della comunicazione dell’ASL, ha disposto una chiusura, praticamente totale, della cittadina varando l’ordinanza numero 36 e creando una “zona rossa comunale”.


Chiuse scuole, parchi e negozi, ad eccezione di quelli necessari per assicurare la reperibilità dei generi di prima necessità, delle farmacie, dei fornai, di distributori dei carburanti, dei negozi di ottica, dei rivenditori di mangimi per animali.

Ordinata anche la sospensione di tutte le manifestazioni ed eventi pubblici, del mercato settimanale, del cimitero consortile, di tutte le attività sportive e dei centri anziani. Oltre all’obbligo della mascherina all’aperto in ogni situazione, vige anche il divieto tassativo di ogni forma di assembramento. Vietato anche lasciare il proprio domicilio con una sintomatologia da infezione respiratoria e febbre maggiore di 37,5.


Le misure restrittive partiranno dalla mezzanotte di oggi 14 ottobre e fino alle 24 di venerdì 23 ottobre.

A seguito di tali misure restrittive varate dal Comune, il Prefetto di Napoli, Marco Valentini, di concerto con il Questore, al fine di assicurare il rispetto delle norme restrittive per i prossimi 9 giorni ha disposto un impiego straordinario delle Forze dell’ordine con l’impiego anche degli uomini dell’Esercito del contingente “Strade sicure”.


Share
Condividi
PrecedenteBoscoreale, Covid-19: saliti a nove i positivi
SuccessivoEllaOne: la pillola dei 5 giorni dopo senza ricetta per le minorenni
avatar
Il settimanale “Il Gazzettino vesuviano” fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo, si interessa delle tematiche legate al territorio vesuviano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante realtà che operano sul territorio.