Lunedì partiranno i lavori su via Nolana che ci terranno costretti a tenere chiusa, per una settimana, una delle arterie principali della nostra città.

Sono consapevole del disagio che questo comporterà a tutti i cittadini e, soprattutto, ai residenti e agli esercizi commerciali di quel quartiere. Abbiamo già contattato la ditta dell’Eav che si occuperà dei lavori nel tentativo di abbreviare i tempi dell’intervento. Purtroppo la modalità e la mole dell’intervento non consentono riduzioni temporali. Invito, quindi tutti i cittadini a pazientare qualche giorno: si tratta di un’operazione necessaria e indispensabile per la sicurezza dei passeggeri che ogni giorno usano i treni della Circumvesuviana che non può essere rinviata ulteriormente. Siamo, però, riusciti a strappare la promessa di un intervento quanto più celere possibile con la speranza che se tutto procede come previsto, la strada sarà riaperta anche prima della scadenza comunicata.


Stiamo anche valutando la possibilità di lasciare aperto il transito almeno ai pedoni e sono in corso le verifiche del caso. Una opzione che verrà attuata solo se ci stanno le condizioni per garantire la totale incolumità dei cittadini.


Nel frattempo, abbiamo provveduto a far ripulire l’area del sovrappasso di via Fucci e, questa mattina, è stata apposta la segnaletica per i percorsi veicolari alternativi.
Vi chiedo, ancora massima collaborazione e, infine, rivolgo un invito accorato a tutti i cittadini di non lasciarsi strumentalizzare da chi va insinuando che si tratta di un’operazione che apre la strada all’altro progetto dell’Eav, quello che prevede i sottopassaggi. Le due cose non sono in alcun modo collegate. In ogni caso, posso rassicurare tutti sul fatto che quel progetto tanto contestato, non è caduto nel dimenticatoio e che la questione verrà, presto, affrontata sia con l’Eav che con la cittadinanza.

Infine, per ribadire l’attenzione della mia amministrazione verso le problematiche delle periferie in generale e di via Nolana, nello specifico, questa mattina, in uno dei miei giri “di perlustrazione” della città, ho notato nei pressi del Cimitero, la presenza di un palo divelto di competenza della Telecom. Società con la quale ci siamo immediatamente messi in contatto, avendo rassicurazioni dalla stessa circa un tempestivo intervento di ripristino.



Share