“Nietzsche a Sorrento. La nascita della folosofia dello spirito libero” è il titolo della conferenza che si terrà domani presso la sala consiliare del Palazzo Municipale e trasmessa in diretta streaming, a partire dalle ore 18, sulla pagina Facebook del Comune di Sorrento (https://www.facebook.com/comunesorrento).



L’incontro, promosso dall’Istituto di Cultura Torquato Tasso, dopo il saluto del sindaco di Sorrento, Massimo Coppola, e del presidente dell’istituto, Luciano Russo, vedrà la relazione del filosofo Paolo D’Iorio. Modera Aniello Clemente, segretario dell’Istituto di Cultura Torquato Tasso.

Era il 1876 quando il grande filosofo tedesco, Friedrich Nietzsche, affetto da numerosi problemi di salute e da un disturbo agli occhi, nel suo viaggio verso il Sud dell’Italia, da Napoli raggiunge Sorrento via mare, alloggiando nella pensione Allemande-Villa Rubinacci, ospite di Malwida von Meisenburg, una ricca mecenate delle arti. Ne rimase subito folgorato, tanto da restare per più di sei mesi, fino all’8 maggio 1877. A suo dire, questo soggiorno fu uno dei più felici della sua tormentata vita.



Share