“Anche oggi, l’Asl Napoli 3 Sud ci comunica la positività al Covid-19 di altri quattro nostri concittadini abatesi. Ciò che espressamente chiediamo alla cittadinanza, a seguito di diverse segnalazioni pervenuteci, è di assumere un comportamento responsabile nei confronti del personale sanitario. Evitare di mentire sulla propria sintomatologia per cercare di velocizzare la procedura”. Così il sindaco di Sant’Antonio Abate Ilaria Abagnale.

“Siamo consapevoli della possibilità – ha detto il sindaco – che si verifichino ritardi nell’esecuzione dei tamponi a domicilio, a causa del quotidiano forte aumento dei contagi a livello regionale – a cui inevitabilmente conseguono problemi lavorativi o il perdurarsi della quarantena ai soggetti che ne hanno fatto richiesta – ma mentire non è la soluzione.



Abbiate consapevolezza della ‘fortuna’ che si ha quando si combatte il virus da asintomatici, privi di spossatezza, febbre alta, problemi di respirazione e quant’altro si rende evidente nei gravi casi specifici di positività. Il rispetto verso chi si ritrova costretto a combattere da solo, in silenzio, fino allo stremo delle proprie forze, è davvero importante.

Tutti gli operatori sanitari sono a lavoro 24/24h per l’intera nazione, spesso privandosi dei pasti pur di sopperire alle nostre esigenze. Le difficoltà riscontrate sono sorte ormai da tempo a livello mondiale, non siamo i soli. Giorno dopo giorno, sono sempre più le misure intraprese atte a fortificare l’intero sistema di prevenzione della diffusione del contagio. Forza, abatesi, cooperiamo. Mascherina, igienizzante e stop alla mobilità non necessaria. Rendiamo noto il nostro fattivo contributo in questa battaglia, fermandoci a ragionare su qualsiasi azione stiamo per eseguire. Se non è urgente, resta a casa”.



Share