Non si ferma a Castellammare di Stabia il diffondersi del virus. Seguendo il trend al rialzo che sta investendo tutta la regione anche la città delle acque giorno dopo giorno sta registrando numeri preoccupanti.

Sono 20 i cittadini che oggi hanno ricevuto esito positivo per il tampone a cui si erano sottoposti: 3 di essi sono bambini nati nel 2013.


“Il momento è molto delicato e impegnativo. Ed è tanta la preoccupazione per l’incremento dei contagi che, soprattutto nell’ultima settimana, sta raggiungendo picchi importanti”. Così il sindaco di Castellammare Gaetano Cimmino nell’annunciare, sulla propria pagina Facebook, la notizia ai suoi concittadini.

A Castellammare si contano attualmente 169 casi positivi al coronavirus per un totale di 259 contagiati da inizio pandemia. Numeri veramente preoccupanti che fanno capire la gravità della situazione sul territorio stabiese.


Anche Castellammare quindi sta subendo, come tante altre realtà, in modo dirompente la seconda ondata del terribile virus. Ieri, la nuova ordinanza del governatore De Luca che ha istituito un lockdown provinciale, lasciato le scuole ancora chiuse e chiesto al governo centrale l’istituzione di un coprifuoco come quello accordato alla Lombardia.

Anche il sindaco stabiese promette e scrive sul suo profilo social che non starà con le mani in mano: “Mi attiverò anche per avviare un’attività congiunta con le forze dell’ordine, al fine di potenziare i controlli sul territorio comunale. Il rispetto delle regole è fondamentale per limitare la diffusione del contagio: indossiamo tutti correttamente la mascherina, evitiamo i luoghi affollati, osserviamo in modo rigoroso tutte le disposizioni regionali e nazionali vigenti. Occorrono maturità e senso di responsabilità da parte di tutti i cittadini per vincere questa sfida. Insieme ce la faremo”, conclude ancora una volta Cimmino.



Share