Dopo mesi durante i quali si era affievolito il ricordo delle restrizioni personali e sociali che hanno cambiato la vita degli italiani e non solo, tra piccole chiusure, limitazioni, divieti, mini zone rosse, autocertificazioni, torna l’incubo lockdown.

L’ultima Ordinanza, in ordine di tempo, del Governatore della Campania ha, infatti, catapultato i campani indietro nel tempo, riesumando anche la fatidica autocertificazione.


Dalla nottata di venerdì 23, infatti, saranno vietati gli spostamenti “dalla provincia di residenza o domicilio abituale verso altre province della Campania” senza comprovati e autocertificati motivi di effettiva necessità. “In caso di esigenze per motivi di salute, lavoro o necessità, lo spostamento andrà autocertificato sotto personale responsabilità“, si legge nell’Ordinanza 82 del 20 ottobre 2020.

È online il modulo di autodichiarazione che dovrà essere esibito durante i controlli di polizia a giustificazione degli spostamenti in Campania. L’autocertificazione può essere scaricata sui siti web del ministero dell’Interno


Sarà compito delle forze dell’ordine e di tutte le figure messe in campo per garantire la sicurezza sul territorio, ivi compreso unità militari laddove presenti nell’ambito dell’operazione Strade Sicure, effettuare i controlli sul rispetto dei divieti in tutte le aree in cui sono entrate in vigore misure di contenimento.

Bianca Di Massa



Share