Conferito il Premio Eccellenza Italiana 2020 a Francesco Donnarumma, direttore dell’Hotel Europa di Castellammare di Stabia Francesco Donnarumma. Lo ha ritirato in data 16 ottobre nel prestigioso cinquecentesco Palazzo extraterritoriale San Carlo ai Catinari a Roma.

Il Premio è giunto alla sua settima edizione ed è stato ideato da Massimo Lucidi, giornalista ed Emotional Designer. “Il Premio Eccellenza Italiana” – ha affermato Massimo Lucidi – “è per chi crede e per chi lavora con entusiasmo, per chi nonostante le difficoltà e le delusioni sorride al futuro, perché lavora con il prossimo e per il prossimo”. Prerogative che di certo non sono mancate alla direzione dell’Hotel Europa e al suo staff: “Il segreto del nostro lavoro – ha rivelato il direttore Donnarumma – è prodigarci ponendoci sempre degli obiettivi. La nostra ristorazione punta su prodotti naturali della nostra terra, siamo in contatto con fornitori validi – ed ha continuato – Svolgo ormai da 45 anni questo lavoro ma ho la capacità d’interpretare ogni giorno come se fosse il primo: curo molto il rapporto con il cliente, aldilà del risvolto economico. Il contatto con i turisti, specialmente di origine francese, inglese, tedesca ed americana, lo intrattengo anche tramite i vari social network in quanto hanno per me un valore fondamentale”.



Proprio su TripAdvisor, infatti, sono presenti numerose recensioni positive rilasciate da chi vi ha soggiornato. “La mia ragazza ed io ci siamo sentiti sin da subito come a casa. Il direttore Francesco è stato davvero molto accogliente e disponibile, così come Francesca alla reception e tutto il resto del personale. Ottime le cene sia all’Hotel che al ristorante Lungomare, grazie anche alla compagnia del simpatico maitre Umberto. In un paio di occasioni abbiamo avuto anche il piacere di usufruire della musica dal vivo. La posizione è buona per raggiungere i siti archeologici di Pompei ed Ercolano, Napoli e Capri. Struttura fortemente consigliata”, ha testimoniato Davide da Cecina. “Il modo gentile e professionale di fare turismo rappresenta un esempio a Castellammare e dintorni. In questo albergo ci si sente a casa propria e si viene coccolati da personale preparato e gradevole. Comodo, lindo e in ottima posizione”, ha aggiunto Mario da Roma.



Non è stata di certo la prima volta in cui è stato premiato il direttore Donnarumma. Nel 2017 è stato premiato alla “Festa dell’imprenditore” indetto da Confimprenditori Napoli: tra le motivazioni l’aver innalzato il plesso alberghiero da 3 a 4 stelle e l’averlo legato alla catena alberghiera americana “Best Western”. Sempre Donnarumma, con il cuore pieno di orgoglio e soddisfazione per l’ultimo riconoscimento ricevuto nella capitale d’Italia, ha dedicato quest’altra vittoria al suo staff, alla sua famiglia e a tutta la città di Castellammare di Stabia. “Ho dedicato il Premio al mio staff, sono stati felicissimi i miei dipendenti: sono preparati e giovani, io punto sugli emergenti. La mia famiglia mi è sempre stata vicino, quindi va anche a lei. E va alla mia città perché ci ho sempre tenuto particolarmente al mio territorio”. Secondo l’imprenditore, infatti, la città delle acque è ricca di risorse e in questo momento storico di emergenza sanitaria, in cui molti imprenditori del settore alberghiero riversano attualmente in grandi difficoltà, è essenziale investire e rilanciare il turismo. “In vista della Candidatura a Capitale della Cultura 2022, con la quale mi trovo pienamente d’accordo, sostengo che bisogna migliorare il marketing territoriale: potenziare i rapporti con le isole vicine, soprattutto Capri, i servizi pubblici e il sistema stradale”.

Emanuela Francini



Share