Nel match valido per la quinta giornata Girone H di Serie D i costieri battono col minimo sforzo i pugliesi di mister Bartoli e si portano in vetta alla classifica. I padroni di casa partono forte nella prima frazione di gara e già al 5’ sugli sviluppi di un corner Mezavilla con un colpo di testa mette in rete ma il suo gol viene annullato per un fallo in attacco evidenziato nell’azione. La gara si mantiene in costante equilibrio e piena di falli tanto che l’arbitro Cappai deve estrarre ben sette gialli in tutta la gara.



Alla mezzora ci prova ancora l’ex difensore della Juve Stabia che su cross su punizione di La Monica devia la palla di testa sparando alto. La ripresa si apre con i rossoneri più determinati e al 56’ Cunzi serve in area La Monica che dribbla un avversario ma calcia debolmente e Tucci para senza problemi. Al 67’ punizione dalla corsia destra di Cassata per Cacace che in spaccata fallisce l’occasione del vantaggio ma tutto si ferma perché il difensore era in evidente offside. La reazione degli ospiti non c’è e al 71’ il Sorrento si proietta ancora in avanti con un’azione corale tra Cacace e Cunzi che viene contrastato in area di rigore ma l’arbitro non concede il penalty.



Dopo appena quattro minuti di orologio su fallo in uscita avventata di Tucci su Cunzi il rigore c’è e l’ex Latina spiazza dal dischetto con un perfetto destro l’estremo difensore ospite. I pugliesi non reagiscono e il portiere Scarano è inoperoso per tutti i novanta minuti della gara che finisce 1-0 per i costieri, che mettono in cascina altri tre punti d’oro in chiave playoff e conquistano la vetta della graduatoria a quota 13 punti, con due lunghezze in più dal Brindisi e a soli tre dal Casarano, che non ha disputato la propria gara interna nel derby col Taranto per motivi Covid19. Per gli uomini di mister Fusco un successo importante quello ottenuto contro i pugliesi e con l’entusiasmo e la consapevolezza di poter competere ad alti livelli in questa stagione tanto da pensare già alla prossima gara esterna in programma domenica ad Altamura per confermare la vetta appena conquistata.

Adriano Napoli



Share