Nel terzo turno di Coppa Italia gli stregoni giallorossi cedono nettamente alla squadra toscana ed escono dalla competizione nazionale. Mister Inzaghi dà spazio alle seconde linee con l’unica variazione di Glik e Foulon titolari nella formazione iniziale. La prima parte di gara termina a reti inviolata ma è caratterizzata da molte occasioni da entrambe le parti. Al 13’ Tello sul filo del fuorigioco lanciato solo in area di rigore spreca il vantaggio tirando fuori di poco. Alla mezzora Di Serio ci prova di testa su cross di Hetemaj ma Furlan devia in angolo con un grande intervento. Al 40’ Viola tenta il tiro da fuori ma l’estremo difensore ospite si distende e para senza problemi.



Quattro minuti dopo i toscani ci provano con Olivieri che sfrutta l’occasione di un retropassaggio sbagliato di Foulon, raccoglie la palla e si invola in area ma il suo tiro termina fuori alla destra di Manfredini. La ripresa inizia col vantaggio toscano ad opera di Olivieri che, servito da Bajrami con un tiro a giro batte il numero uno sannita. La reazione dei padroni di casa è immediata e Maggio di destro, su corner di Sau, sigla il pari. Dopo soli tre giri di lancette Mancuso, appena subentrato da un minuto, sfrutta un rilancio maldestro di Tello a liberare l’area e di sinistro mette dentro il doppio vantaggio. I sanniti dopo appena sessanta secondi hanno l’occasione del pari con Insigne che solo in area si fa ipnotizzare da Furlan che di piede devia la sua conclusione. Al 66’ l’Empoli cala il tris ancora con Mancuso che, servito dall’ottimo Bajrami, di testa batte Manfredini.



A dieci minuti dal termine della gara i giallorossi restano in 10 per l’espulsione di Schiattarella per proteste. I toscani ne approfittano subito e servono il poker con Mancuso che sigla la sua tripletta personale in diagonale e con l’estremo difensore sannita protagonista con una mini papera nel gol. Al 91’ Letizia con un cross dalla destra serve Moncini che di testa accorcia le distanze. La gara termina con una sconfitta amara e netta dei sanniti e col passaggio del turno dei toscani al quarto turno. L’unica nota positiva per Inzaghi, nonostante la gara persa, è il ritorno in campo di uno dei maggiori protagonisti della promozione giallorossa come Viola e ora bisogna lasciarsi alle spalle questo stop inatteso e pensare con fiducia al prossimo impegno in campionato in programma lunedì nel posticipo del ‘Bentegodi’ contro il Verona.

Adriano Napoli



Share