Registrati anche quest’oggi numerosi casi di Covid-19 nel Comune di Castellammare. Le autorità sanitarie competenti hanno diramato la comunicazione della positività al tampone di ben altri 38 cittadini, solo due cittadini stabiesi, nel report odierno, risultano guariti.


Il bilancio totale oggi si aggiorna come segue: su un totale di 620 contagiati da inizio pandemia, sono 124 i guariti, 5 i deceduti e 491 i tuttora positivi. Dati allarmanti per la citta porta della costiera sorrentina che in qualche settimana è giunta quasi a quota 500 contagiati. “La lotta al virus continua e la guardia deve restare altissima”, ha chiosato il sindaco Gaetano Cimmino da Palazzo Farnese.


Poi ha espresso la sua solidarietà a tutti i lavoratori dei vari settori commerciali che si sono trovati a dover fronteggiare un periodo lavorativo particolarmente duro: “Sono al fianco delle attività commerciali e credo fortemente che la strada per uscire dall’emergenza non può essere quella delle chiusure senza alternative”. Ed ha ribadito l’importanza delle due lettere che ha firmato ed inviato ieri sera rispettivamente al premier Giuseppe Conte e al governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca: “Risulta necessario – ha spiegato Cimmino – mettere in campo controlli a tappeto per dare sicurezza a tutti i cittadini e per verificare il rispetto delle normative anti-Covid. I controlli si intensificheranno già da questo fine settimana con il contributo di tutte le forze dell’ordine”.

Per quanto riguarda la missiva inviata al governatore De Luca in cui il sindaco ha chiesto lo screening di massa per la popolazione stabiese, è in attesa di risposta e di probabili direttive: “Attendiamo risposta dai vertici della Regione Campania, intanto è stata emessa una nuova ordinanza”.


Da poche ore è stata firmata dal governatore De Luca un’ordinanza che ha confermato la validità di alcune disposizioni già vigenti e che ha messo in campo ulteriori misure stringenti per contenere la diffusione del virus. Tra queste spiccano: la sospensione dello svolgimento delle attività didattiche in presenza per le scuole dell’infanzia e confermata la chiusura della scuola primaria e secondaria, nonchè l’obbligo per le aziende di trasporto di rimodulare l’erogazione dei servizi minimi essenziali in modo da evitare il sovraffollamento dei mezzi di trasporto nelle fasce orarie della giornata in cui si registra la maggiore presenza di utenti.

Il sindaco ha ribadito ancora una volta l’essenzialità, specialmente in queste ultime settimane di incremento dei casi di positività, di rispettare le regole basilari dei protocolli sanitari vigenti come l’uso corretto della mascherina sia al chiuso che all’aperto, la costante disinfettazione delle mani e il mantenimento del metro di distanza. Infine, si ricorda alla cittadinanza tutta che in caso di sintomi sospetti è necessario avvertire tempestivamente il proprio medico di base. Per ricevere maggiori informazioni, inoltre, si deve fare riferimento ai seguenti contatti telefonici legati all’Asl Na 3 Sud: 3341133640 e 3341133664.

Emanuela Francini



Share