“Nonostante la crisi economica e sanitaria imposta dal coronavirus la camorra non arretra e continua ad affliggere i commercianti di tutta l’area stabiese. Ma le Forze dell’ordine e la Magistratura continuano la loro azione di contrasto alla criminalità organizzata a sostegno delle imprese e dei cittadini onesti. In questo particolare caso il Circolo della Legalità esprime la gratitudine ai Carabinieri di Castellammare di Stabia e alla Procura Antimafia per l’ennesimo successo contro il racket e le imposizioni sugli acquisti fate con violenza intimidatrice”. Così il presidente di SOS Impresa e del Circolo della Legalità di Castellammare di Stabia Luigi Cuomo dopo la brillante inchiesta dei militari che ha permesso l’arresto di 6 persone riconducibili al clan Gentile.



Secondo quanto accertato dalle indagini, il gruppo criminale ha costretto diversi commercianti e imprenditori dell’area dei Monti Lattari ad acquistare gadget pubblicitari (quali giubbotti e magliette) dal valore irrisorio a prezzi fuori mercato in occasione delle festività pasquali e natalizie. “L’operazione odierna delle forze dell’ordine mette in luce l’altra faccia dell’estorsione, quella che impone ai liberi imprenditori l’acquisto di particolari beni prodotti dal clan o dai loro affiliati. Le associazioni criminali in tutti modi provano ad imporre il proprio volere arrecando danni enorme alle casse degli imprenditori.

Una delle vittime del clan Gentile, come accertato dai carabinieri, è stata costretta ad acquistare oltre trenta t-shirt al prezzo di 34 euro cadauno. Prezzi di gran lunga fuori mercato” continua Cuomo. “Invito gli imprenditori a rivolgersi al nostro sportello per ottenere tutto l’aiuto di cui hanno bisogno sia nella fase della denuncia che in quella delicata del processo. Il Circolo della Legalità e Sos Impresa è pronto ad aiutare tutti con un pool di esperti e professionisti del settore. Insieme possiamo combattere qualsiasi forma di estorsione e liberare il comprensorio dalla pressione asfissiante della criminalità.



Infine, è doveroso un particolare ringraziamento ai carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia agli ordini del Capitano Carlo Venturini. La lotta alla camorra non conosce sosta e non si può abbassare la guardia soprattutto alla luce della grave crisi economica che sta colpendo il Paese e che potrebbe favorire l’evolversi di fenomeni criminali” conclude.



Share