Registrati nel Comune di Agerola 17 nuovi casi di Covid-19 e 5 guarigioni. I cittadini, ritornati perfettamente in salute, hanno potuto interrompere il loro periodo di quarantena e sono ritornati alla loro vita quotidiana. Per quanto riguarda i nuovi cittadini infetti, invece, si è specificato che sono riconducibili a contatti stretti con casi positivi accertati, controlli di routine sul luogo di lavoro o presso appartenenti allo stesso nucleo familiare. Per loro è stato disposto tempestivamente il regime d’isolamento domiciliare, indizio che lascia pensare che loro condizioni di salute siano fortunatamente stabili. Sono quasi tutti, infatti, asintomatici. Alcuni, con sintomi influenzali, sono sotto sorveglianza e stanno ricevendo adeguata assistenza dalle autorità sanitarie, dai medici di famiglia e dal Comune di Agerola. L’azienda sanitaria competente ha dato il via per la costruzione della rete di contatti.


La notizia, risalente al 5 novembre, è stata ufficializzata e diramata dall’Asl Na 3 soltanto poche ore fa. Così ha dichiarato in merito al ritardo il sindaco Luca Mascolo: “Purtroppo non riusciamo in questo momento, ad essere in grado di diramare comunicazioni giornaliere; la comunicazione tardiva dei casi accertati dipende dall’enorme mole di lavoro che grava sulle spalle delle competenti autorità sanitarie, data l’incidenza del numero dei contagi nel proprio territorio di competenza”.

Per il momento, il bilancio totale sebbene aggiornato in salita come tutti quelli della Regione Campania e della penisola italiana, ha continuato a segnare numeri molto contenuti rispetto quelli dei Comuni limitrofi. Al momento sono 35 i tuttora positivi e 24 i guariti.


Il primo cittadino Mascolo ha comunque richiamato la cittadinanza tutta all’attenzione e rigido rispetto delle norme vigenti: “E’ un momento delicato, il virus si sta diffondendo e i dati che registriamo anche nella nostra comunità ci obbligano a tenere la guardia alta. Abbiamo tutti la responsabilità di agire con determinazione, rispettare le misure di precauzione e, cosa ancora più importante, limitare i contatti di tutti i giorni – ed ha concluso – E’ necessario evitare i contatti superflui e uscire di casa solo se strettamente necessario”.

Emanuela Francini



Share