Il Napoli, tramite una nota sul proprio sito ufficiale, annuncia la decisione di ricorrere al Collegio di Garanzia del CONI per la sconfitta a tavolino contro la Juventus e il punto di penalizzazione che ne è scaturito.

Si legge nella nota che gli azzurri prendono atto del verdetto della Corte d’Appello sportiva di ieri, ma che trovano inaccettabili e infondate le accuse che sono state fatte al proprio operato all’interno del testo della sentenza della Corte.


Il club di De Laurentiis afferma che sono sempre stati seguiti i valori sportivi e che non si fermerà finché non sarà fatta giustizia per una partita dichiarata persa, ma mai giocata per motivi di forza maggiore, sottintendendo che nel caso di un ulteriore verdetto sfavorevole si procederà ad adire le vie della giustizia ordinaria.


Questo il testo integrale della nota:

“La SSCN prende atto della decisione della Corte Sportiva d’Appello ed è già al lavoro per preparare il ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport del Coni. La SSCN non condivide in toto la sentenza che getta ombre inaccettabili sulla condotta della Società trascurando documenti chiarissimi a suo favore e delegittima l’operato delle autorità sanitarie regionali. La SSCN ha sempre perseguito valori quali la lealtà e il merito sportivo e anche in questo caso intraprenderà tutte le iniziative per rendere giustizia alla propria condotta orientata al rispetto della salute pubblica e per fare in modo che il campo sia l’unico giudice a decidere il risultato di una partita di calcio”.

Salvatore Emmanuele Palumbo



Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano