Ieri a Volla Consiglio comunale in streaming. Non sono mancati colpi di scena.
Prima di votare il bilancio, il Presidente del Consiglio ha lanciato un vero e proprio ultimatum al Sindaco.


Dopo aver affermato che l’amministrazione in due anni è stata “scellerata ed indifendibile“, dopo aver rilevato di non essere disposto a votare bilanci simili ad “una banconota da 300 euro” e, addirittura di non “sentirsi sereno nell’uscire di casa” per non affrontare le innumerevoli critiche, Aprea ha preteso un incontro in cui Intesa per Volla e le altre formazioni detteranno l’agenda politica dei prossimi 100 giorni e se gli impegni non saranno rispettati ha fatto chiaramente intendere che verrà staccata la spina.

Dopo il durissimo intervento, tutta la minoranza era convinta di assistere ad in sussulto di dignità del primo cittadino.


Viscovo ha consigliato al Sindaco di “vivere un giorno da Leone e non cento da Pecora” lasciando chiaramente intendere che saranno cento giorni di sottomissione. Donato ha inviato Di Marzo ad avere “dignità“, lo stesso Scognamiglio ha chiesto “di non sottomettersi ma dimettersi“.

Lo stesso PD con Granato ha “invitato il Sindaco a riflettere e dimettersi auspicando provocatoriamente finanche un rimpasto“.

Nulla di tutto ciò. Di Marzo come se nulla fosse ha colto le parole di Aprea come un semplice “sollecito” e ha preannunciato una riunione di maggioranza e che in questi prossimi cento giorni proverà a cambiare rotta pur di continuare, “in cattività“, questa esperienza amministrativa.



Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteNapoli, trovato senza vita nel bagno dell’ospedale “Cardarelli”: sul web il video choc
SuccessivoCastellammare, 4 decessi al pronto soccorso. L’Asl: “I pazienti erano regolarmente ricoverati”
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.