A Castellammare di Stabia l’ultimo sabato sera prima dell’entrata in vigore del decreto che vede la Campania diventare “zona rossa” e subire un nuovo lockdown, seppur “light” e meno austero del precedente, è stato vissuto dai cittadini in piena frenesia: presi d’assalto i bar, gli alimentari ed anche negozi di moda.

Da lunedì sono molteplici i negozi che vedranno le proprie serrande abbassarsi o subire forti limitazioni, così come i cittadini che non potranno muoversi dalle proprie abitazioni se non per motivi di lavoro, salute e comprovata necessità.


Una realtà che ha portato, a Castellammare di Stabia, tantissime persone in strada come nei giorni di festa: Tanta, troppa gente che si riversava ovunque e bar pieni.

I più temerari sono andati anche in spiaggia approfittando della temperatura mite.
Chi ha approfittato delle ultime ore di libertà per salutarsi affettuosamente rendendo meno amara la nuova disposizione e mitigare la tristezza e c’è anche chi si è salutato con un brindisi, stile Capodanno, per mitigare la tristezza e chi ha invece provocato caos fino all’ultimo, specie tra i giovanissimi, ma non solo.


Completamente paralizzato il traffico in tutto il centro. Assenti i controlli. Una città che ha archiviato velocemente le immagini dei pazienti in fin di vita in ospedale, per vivere in compagnia il conto alla rovescia fino alle 24. Una giornata di follia le cui conseguenze si potrebbero pagare nelle settimane a venire.

Ivano Manzo



Share