Dai dati comunicati dalla Regione Campania, altri 14 cittadini stabiesi sono risultati positivi. Fortunatamente solo due di essi presentano i sintomi del virus.

“In totale sono stati lavorati 170 tamponi, molti in meno rispetto alla media giornaliera come ogni fine settimana. Nonostante il numero ridotto di tamponi, però, la percentuale di positivi rilevati è migliorata. Il rapporto tra tamponi lavorati e casi positivi è dell’8%, molto meno rispetto al 15% delle passate 24 ore”. Ha dichiarato in una nota il sindaco Gaetano Cimmino.


Purtroppo anche se il bollettino ufficiale riporta fermo a 7 il numero dei decessi, è notizia della giornata di domenica la scomparsa di Ciro Irollo, decano degli albergatori stabiesi e valido esempio dell’imprenditoria locale, sempre attento al rispetto e alla valorizzazione del territorio. Il noto imprenditore 88enne è stato l’ottava vittima stabiese del coronavirus.

Sono ben 1.584 le persone risultate contagiate dal virus dall’inizio della crisi epidemica, nella città delle acque. Sono 1189 le persone tuttora positive, a riprova che la seconda ondata del virus, seppur meno virulente è stata molto più dannosa della prima a Castellammare di Stabia come del resto in tutta la Campania.

Ivano Manzo



Share