Nel match di ora di pranzo valido per l’ottava giornata di Serie A i ragazzi di Inzaghi espugnano il ‘Franchi’ di misura contro i gigliati (guidati dal nuovo allenatore Prandelli) e ottengono la terza vittoria in campionato (la seconda in trasferta dopo quella di Marassi di inizio ottobre). Il tecnico sannita (viste le defezioni di Caprari per squalifica, di Dabò colpito dal virus e di Foulon per infortunio) effettua delle variazioni inserendo Barba, Hetemaj, Improta, Sau e Moncini nello schieramento iniziale. La prima frazione di gara si dimostra prima di emozioni, sorniona e piuttosto equilibrata coi giallorossi che non effettuano neanche un tiro in porta e i padroni di casa che pungono solo al 7’ con Kouame che, su corner di Biraghi, stacca di testa ma Montipò para senza problemi.



Il primo tempo termina a reti inviolate. La ripresa si apre subito col vantaggio dei sanniti al 52’ col neoentrato Insigne che sfrutta un disimpegno sbagliato di Biraghi, si invola in area e serve Improta che con un preciso tiro destro batte Dragowski e insacca il suo primo gol in campionato. La reazione dei gigliati è timida e quasi nulla e gli ospiti ci credono di più e provano a chiudere la gara in diverse occasioni. In una di quest’ultime, precisamente al 63’ Barba serve in area Moncini che colpisce a botta sicura di sinistro ma trova il super intervento di Dragowski che devia in angolo. Al 78’ Insigne non sfrutta l’occasione di un errore di un’irriconoscibile Biraghi e il suo tiro a giro terminano alto sopra la traversa. Dopo tre giri di lancette ci prova il subentrato Lapadula su punizione ma Dragowski devia in corner con un ottimo colpo di reni. All’85 su cross dalla destra di Lirola colpo di tacco di Vlahovic che trova l’intervento in uscita di Montipò.



In pieno recupero Lapadula tenta il jolly da fuori area ma la sua conclusione termina alta sopra la traversa. La gara termina 0-1 a favore dei campani che mettono in cascina altri tre punti d’oro in ottica salvezza. Il patto concordato dalla squadra prima della sosta, la prima gara terminata con la porta inviolata, la solidità difensiva e l’atteggiamento mostrato dagli uomini di Inzaghi si sono rivelate mosse determinati per conquistare un successo importante ed interrompere la striscia negativa di 4 sconfitte consecutive che arieggiava in casa degli stregoni. Ora bisogna ricaricare le batterie e preparare al meglio il prossimo proibitivo incontro in programma sabato 28 alle ore 18 al ‘Vigorito’ contro la Juventus di Cristiano Ronaldo.

Adriano Napoli



Share