Rimborsi sulle spese effettuate con carte di credito e app, ma niente acquisti online: è in arrivo in Italia il bonus di Natale. Il provvedimento è allo studio del Governo e riguarda nello specifico uno speciale extra cashback in vista delle festività natalizie. Il bonus dovrebbe essere contenuto nella nuova Legge di Bilancio che al momento si trova in Parlamento per la discussione dopo essere stato approvato una settimana fa dal Consiglio dei ministri.



Bonus di Natale e Legge di Bilancio

Proprio ieri il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, in audizione sulla Legge di Bilancio, ha illustrato alcuni aspetti del testo. Il bonus di Natale è insomma un cashback, ovvero un rimborso in denaro, dedicato a chi effettua abitualmente acquisti con strumenti di pagamento elettronici. L’obiettivo è far scattare il piano già all’inizio di dicembre 2020. Il ristoro dovrebbe riguardare il 10% della spesa e un bonus da 150 euro.



Rimborsi via bonifico

Il bonus di Natale, o extra cashback, si attiverebbe con un minimo di 10 acquisti effettuati con carte di credito o app per smartphone. Il rimborso dovrebbe arrivare direttamente sul conto corrente personale via bonifico entro il mese di febbraio 2021.



Bonus di Natale: niente acquisti online

Stando alle ultime indiscrezioni non verranno conteggiati gli acquisti online bensì potranno essere considerati anche le spese nei supermercati e i pagamenti ad artigiani e professionisti. Ad accedere al bonus di Natale potrebbero essere i primi 100mila che riusciranno a fare compere digitali e i rimborsi saranno suddivisi in due tranche, una ogni sei mesi.



Il monito del Cts

Una misura forte per incentivare lo shopping nei negozi, insomma, anche se Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato tecnico scientifico ha già lanciato un monito. “Per evitare l’assembramento da shopping – ha detto Miozzo – ci vorrà un monitoraggio rigoroso e sanzioni rigorose. Se non sarà così salta tutto e a gennaio siamo con la terza ondata”.



Share