L’Anac ha annullato la procedura aperta per l’affidamento del ciclo integrato dei rifiuti nei comuni di Vico Equense e Meta del giugno scorso. Una bocciatura quella dell’autorità nazionale anticorruzione arrivata a seguito di un intervento richiesto dal Consorzio Gema che aveva contestato la legittimità di alcune clausole di gara relative ai requisiti di partecipazione.



Dopo un’attenta analisi l’Anac ha rilevato che i requisiti previsti dal bando erano troppo stringenti, in particolare quello secondo cui veniva richiesto, come requisito di capacità economica e finanziaria dei partecipanti, il possesso di un “capitale sociale pari ad almeno € 1.000.000”, infatti proprio tale requisito è quello che è stato ritenuto il “non conforme alla normativa di settore ed ai principi di libera concorrenza nella prestazione dei servizi, non discriminazione, proporzionalità e ragionevolezza” e ha delimitato l’annullamento del bando.



Si è mostrata soddisfatta la Cgil che aveva denunciato i medesimi problemi dovuti alle norme: “Abbiamo appreso nelle scorse ore che l’Anac ha giudicato non conforme il bando di gara congiunto per la raccolta e lo smaltimento rifiuti dei comuni di Vico Equense e Meta. Ragione per cui il succitato bando è stato definitivamente annullato dopo aver già subito alcune modifiche a rettifica del bando originario. Non ci sorprende affatto” si legge in una nota del sindacato dei lavoratori: “Abbiamo segnalato a più riprese situazioni al limite della tollerabilità”, ha continuato la nota, che poi si è soffermata anche su altre presunte irregolarità e anomalie nel servizio del raccoglimento dei rifiuti, in particolare “inadempienze in materia di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, mancato versamento delle contribuzioni ai fondi integrativi sanitari e pensionistici “e per finire il sindacato avrebbe segnalato “la mancata applicazione delle misure di prevenzione previste dai Protocolli contro la diffusione del contagio da Covid19.”



Ha preso atto della bocciatura dell’Anac la Centrale Unica di Committenza del comune di Vico Equense, che si è vista obbligata a far fronte di quanto evidenziato ed ha annullato tutte le determine che approvavano il bando ed il disciplinare di gara. Tutto da rifare quindi per i comuni di Vico Equense e Meta.

Ivano Manzo



Share