La giunta di Castellammare di Stabia ha approvato il progetto di arredo urbano che si proietta verso la realizzazione della conversione della cittadina in una “Smart City”, un obiettivo complesso e arduo di cui però i benefici collocheranno Castellammare nella modernità urbanistica e la renderanno più vivibile per i cittadini.



Il progetto approvato dalla giunta stabiese prevede la proposta di un manifestazione di interesse per favorire la consultazione, senza alcuni vincoli, di operatori economici che preveda l’installazione di impianti di arredo urbano quali panchine, cestini, pensiline per autobus tutto a costo zero per il Comune di Castellammare, infatti le installazioni saranno installate in cambio di inserzioni pubblicitarie.



Gli arredi urbani saranno dotati di funzioni tecnologicamente avanzate che permettano di utilizzare sistemi di interazione, di telecamera orbitale e di defibrillatori, da installare in zone sensibili individuate dal comune stabiese, in scia anche con le precedenti installazione di punti salva vita sparsi per la città, fortemente voluti dall’amministrazione a guida Gaetano Cimmino.

L’obiettivo della smart city va ad incastrarsi a pieno con le iniziative precedenti adottate dall’amministrazione di Castellammare, infatti solo poche settimane fa la città stabiese ha goduto di fondi ministeriali, pari a trecentomila euro, per l’installazione di 7 postazioni di bike sharing comprendenti sia le rastrelliere sia le colonnine elettriche per ricaricare i veicoli, il tutto per garantire una mobilità sostenibile alla cittadinanza, che viene da alcuni anni di grande attenzione al tema mobilità sostenibile anche con iniziative in prima persona da parte di alcune associazioni cittadine composte la maggior parte da giovanissimi.

Ivano Manzo



Share