Dopo un’attenta valutazione della situazione epidemiologica attuale sui rispettivi territori comunali, i sindaci di San Giorgio a Cremano, Portici ed Ercolano, Giorgio Zinno, Vincenzo Cuomo e Ciro Buonajuto, hanno stabilito di prorogare la sospensione delle attività didattiche in presenza fino al 7 dicembre.


Non torneranno ancora a scuola quindi gli alunni delle scuole dell’Infanzia (0-6 anni), asili nidi, nonché della prima classe della scuola primaria di tutti gli istituti pubblici e privati, presenti sui territori comunali, fatta eccezione per lo svolgimento delle attività destinate agli alunni affetti da disturbi dello spettro autistico e/o diversamente abili, il cui svolgimento in presenza è consentito previa valutazione, da parte dell’Istituto scolastico, delle specifiche condizioni di contesto.

Una decisione che ha trovato i sindaci pienamente concordi nel prediligere la via della cautela per tutelare le rispettive comunità locali.



Sebbene in base agli ultimi dati si registra una leggera flessione dei casi positivi, è stato valutato che non sussistono le condizioni per poter riavviare le attività scolastiche in presenza nelle tre Città.

“Comprendiamo – scrivono i tre sindaci – le difficoltà di alcuni genitori che hanno chiesto la riapertura delle scuole, comprendiamo il disagio di bambini e ragazzi costretti alla DAD, ma abbiamo il dovere di salvaguardare la salute e prevenire ogni rischio di possibili, ulteriori contagi. Continueremo a monitorare la situazione nei prossimi giorni per valutare successive misure”.



Share