Prosegue lo sforzo di repressione e prevenzione dell’abbandono illecito di rifiuti, di utenze domestiche, industriali e agricole, mirato anche alle discaricheabusive, secondo la pianificazione autunnale stabilita con il coordinamento della prefettura di Napoli con le questure e con le altre Forze di Polizia delleprovincie, in base alla programmazione definita dall’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania nell’ambito della Cabina diregia “Terra dei Fuochi”.



Il 26 novembre sono entrati in azione 23 equipaggi per un totale di 58 unità interforze che tra le altre attività hanno controllato 8 attività imprenditoriali commerciali, 20 persone identificate, di cui 05 denunciate tra lavoratori irregolari e rei di illeciti ambientali e 01 sanzionata, 03 auto/autocarri controllati, dicui 01 sequestrato, circa 4.000 mq di aree sequestrate, circa 400 mc di rifiuti speciali non pericolosi sequestrati per gestione e deposito incontrollato ed oltre4mila euro di sanzioni comminate.



Questa nel dettaglio la composizione degli equipaggi in campo: Raggruppamento Campania dell’Esercito, Carabinieri di Pozzuoli (Na), Guardia di Finanza -ROAN di Napoli, Polizia Metropolitana di Napoli, Guardia di Finanza della Tenenza di Baia (Na), Polizia di Stato di Pozzuoli (Na), Carabinieri Forestale diPozzuoli (Na), Polizia Municipale di Bacoli (Na), Polizia Municipale di Marigliano (Na) con il supporto tecnico operativo e i droni dell’Agenzia consortileArea Nolana Polizia di Stato di Castel Volturno (Ce), Polizia Municipale di Castel Volturno (Ce), Carabinieri di Castel Volturno (Ce), Carabinieri Forestali diCastel Volturno (Ce), Guardia di Finanza Territoriale di Mondragone (Ce), ARPAC del Distaccamento di Napoli, ARPAC e ASL di Caserta. Gestione e smaltimento illecito dei rifiuti e degli scarti delle lavorazioni i reati contestati.



Share