Pochi tamponi, pochi i nuovi positivi riscontrati. Torna a salire la percentuale

Calano i ricoverati in Terapia intensiva con 477 posti disponibili pari al 27.28% dei posti occupati

210

Brusco rallentamento sul numero dei tampini analizzati: oggi solo 9.241 quelli processati in Campania. Ieri erano già calati di tanto rispetto alla media delle ultime settimane, con 14.286 tamponi lavorati, ma essendo un risultato riferito alla domenica, il calo era apparso fisiologico, in linea con quelli delle scorse settimane e mesi. Oggi un numero estremamente basso che risulta essere intorno alla metà di quelli della settimana scorsa e addirittura sconcertante rispetto a quello riferito alla giornata di venerdì scorso quando furono analizzati ben 22.007 tamponi. Ben 12.766 tamponi in meno analizzati. C’è anche da dire che martedì scorso era stato diramato un bollettino con un numero anche in quel caso più basso della media, ma che comunque contava 13.744 test analizzati.



Comunque, ad un basso numero di tamponi corrisponde, inevitabilmente, un minor numero di nuovi positivi riscontrati: 1.113 quelli segnalati oggi dall’Unità di Crisi.

Tra i positivi riscontrati, quelli sintomatici sono oggi 90, mentre sono 1.023 gli asintomatici. Negli ultimi 10 giorni sono state rilevate 23.376 persone positive, su 187.604 tamponi analizzati.




La percentuale, tra i tamponi effettuati e i positivi riscontrati, dopo il crollo di due giorni fa ha ripreso a salire, arrivando oggi al 12.04%, risalendo nuovamente sopra il dodici per cento. Tre giorni fa era al 12,40%, poi era scesa fino al 10,60%.

Oggi nel report regionale sono segnalate 48 vittime, di questi 32 deceduti nelle ultime 48 ore e 16 deceduti in precedenza ma registrati ieri. Arriva così a 1.721 il numero totale dei morti per il coronavirus in Campania dall’inizio dell’epidemia. Sono 1.291 i decessi comunicati dall’Unità di Crisi a partire dal primo ottobre.


Nel bollettino odierno è riportato anche il numero dei guariti che oggi sono 2.713, un numero che fa veramente ben sperare per il futuro e che porta il totale dei guariti a 51.832 da inizio crisi epidemica.

Il nuovo report su base regionale diffuso dall’Unità di Crisi riferisce che negli ospedali campani diminuiscono i ricoverati in Terapia intensiva con 477 posti disponibili, in salita, anche per i ricoveri ordinari Covid, la riserva di posti letto che oggi sono 1.061. Cala ancora, quindi, la percentuale di saturazione delle rianimazioni con il 27.28% dei posti occupati.

Situazione Clinica

Il totale dei positivi è di 156.432 da inizio pandemia, mentre il totale dei tamponi eseguiti è stato di 1.595.400 tamponi effettuati.

Oggi sono 2.099 i positivi con sintomi Covid ricoverati, ancora 42 in meno rispetto a ieri. Tre in meno i pazienti ricoverati in terapia intensiva che oggi sono 179.

Diminuisce il numero delle persone attualmente positive, cioè detratti i guariti e i deceduti, che oggi sono 102.879, calando di 1.648 unità. Cala anche il numero delle persone in isolamento domiciliare che oggi sono 100.601, con un decremento di 1.837 unità.


I contagi in Campania negli ultimi 10 giorni:

Sabato 21 novembre            – 13,22%  –  2.217 contagiati
Domenica 22 novembre        – 13,71%  –  2.158 contagiati
Lunedì 23 novembre             – 12,83%  –  1.764 contagiati
Martedì 24 novembre           – 12,17%  –  2.815 contagiati
mercoledì 25 novembre        – 12,65%  –  3008 contagiati
Giovedì 26 novembre           – 13,11%  – 2.924 contagiati 
Venerdì 27 novembre           – 12,40%  – 2.729 contagiati
Sabato 28 novembre            – 10,60%  – 2.022 contagiati
Domenica 29 novembre        – 11,38%  – 1.626 contagiati
Lunedì 30 novembre             – 12.04%  1.113 contagiati

Grafico elaborato da Giuseppe Velardo

Questi i dati del contagio provincia per provincia:

– Provincia di Napoli        :  97.171         (+686)   
– Provincia di Salerno      :  19.692         (+154)                            
– Provincia di Avellino     :    7.297            (+38)
– Provincia di Caserta      :  29.320         (+219)
Provincia di Benevento :    2.907           (+25)                                

Il dato riferisce il riepilogo diffuso dalla Protezione Civile comprendente anche casi già noti ma solo ora confermati.



Il contagio in Italia

Sono 19.350 i test positivi al coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute illustrati da Gianni Rezza dell’Iss in conferenza stampa.

Sono stati effettuati circa 180 mila tamponi (182.100 per l’esattezza), oltre 50 mila più di ieri. La percentuale di positività è intorno al 10%, ha detto Rezza. Le vittime sono 785.

Sono 3.663 i pazienti in terapia intensiva in Italia, in calo di 81 unità rispetto a ieri, secondo i dati del ministero della Salute. I ricoverati nei reparti ordinari sono ora 32.811, in calo di 376 rispetto a ieri. In isolamento domiciliare ci sono 743.471, in calo di 8.069 rispetto a ieri.

Il numero di dimessi o guariti hanno raggiunto quello degli attualmente positivi da coronavirus. Stando ai dati del nuovo bollettino del ministero della Salute gli attualmente positivi oggi in Italia sono 779.945, mentre i guariti sono 784.595, con una differenza di appena 4.650 casi.

Cala quasi del 2% rispetto a ieri il tasso di positività, ossia il rapporto tra positivi al coronavirus trovati e test effettuati. E’ oggi al 10,6%, in calo dell’1,9% rispetto al giorno precedente (era al 12,5% ieri).

La regione più colpita resta la Lombardia con 4.048, poi il Veneto 2.535 e il Lazio 1.669.



“Oggi il numero di nuovi casi è in diminuzione ma ancora è molto alto. I comportamenti individuali e collettivi determinano la probabilità di diffusione del virus. Quindi non ci sono scorciatoie perchè noi siamo i protagonisti”. Lo ha detto il presidente dell’Istituto superiore di Sanità Silvio Brusaferro.


Share