“Il piano di rilancio regionale del settore agricolo era legato a un sogno possibile, ovvero di dare incentivi a giovani imprenditori che avrebbero portato innovazione e vivacità a un comparto da rilanciare a tutti i costi. Se fosse stato sostenuto nel rispetto dei tempi e delle misure, il cosiddetto “Progetto integrato Giovani” avrebbe prodotto nuove imprese sul territorio, un potenziamento di quelle esistenti e ricadute occupazionali con la crescita di nuove professionalità nell’ambito, ad esempio, dell’agricoltura sostenibile.



Viziato da ritardi e continui cambi dei termini del bando, da noi ampiamente denunciati, il progetto è impantanato da tempo, finito nel mirino di indagini della magistratura contabile e oggetto di sentenze del Tar che condannano la Regione Campania a rivedere le graduatorie”. Lo denuncia il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano, che chiede sulla questione una riunione urgente della Commissione regionale Agricoltura.



“Sono incalcolabili, purtroppo, i danni per i giovani agricoltori, a causa dei tempi sempre più incerti dei pagamenti. Per questo motivo pretendiamo che il tema approdi al più presto in Commissione agricoltura, dove auspichiamo di ricevere risposte chiare e risolutive dalla giunta”.



Share