Sarà un Natale diverso dal solito quello che si respirerà a Ercolano. L’ emergenza pandemica ancora in atto ha costretto i primi cittadini all’ombra del Vesuvio a rivedere i loro piani su addobbi e luminarie in Città. C’è chi non ha voluto rinunciarvi come i Sindaci di Portici, Torre del Greco, San Giorgio a Cremano e chi, come Ciro Buonajuto, ha preferito destinare interamente le risorse previste da bilancio per il sostegno alle fasce più deboli della popolazione. “Di concerto con i servizi sociali, stiamo mettendo in campo una serie di iniziative concrete e di supporto a favore degli ultimi”: ha annunciato l’acclamatissimo primo cittadino ercolanese.

Tuttavia il Covid-19, se da un lato ha smorzato gli entusiasmi di tanti, dall’altro, non ha spazzato via del tutto le intenzioni di voler donare un tocco di magia alla Città per ritrovare un minimo d’atmosfera natalizia. “Abbiamo deciso di pubblicare una manifestazione di interesse – dichiara Buonajuto – per ricercare sponsor a sostegno dell’allestimento e della realizzazione di un Albero di Natale e delle luminarie natalizie. Sono sicuro che i commercianti e gli imprenditori della nostra Ercolano non faranno mancare il loro supporto e il loro sostegno.”


Ma c’è spazio anche per la creatività. Grazie al concorso “Illuminiamoci – Distanti, ma Vicini” si darà la possibilità a ciascuna famiglia ercolanese di concorrere alla gara per la luminaria più bella decorando balconi e spazi privati. L’iniziativa è stata promossa dalla II commissione consiliare “turismo e cultura”, presieduta dalla Consigliera di maggioranza Maria Grazia Prillo.

Un concorso che prenderà il via il prossimo 8 dicembre: tutti i cittadini potranno partecipare inoltrando la propria candidatura e allegando le foto delle luminarie del proprio balcone inviando una mail a nataleaercolano@gmail.com. Tutte le foto, poi saranno esposte al MAV in una mostra dedicata e i proprietari dei tre balconi più belli saranno premiati.


“Sono sicuro che tanti cittadini accoglieranno il concorso. Sarà un Natale sicuramente diverso, ma tutti insieme supereremo questo momento mettendoci il cuore in tutto quello che faremo, soprattutto aiutando chi è meno fortunato di noi”: conclude Buonajuto.

Nel frattempo l’ultimo bollettino sui contagi in Città parla di 716 positivi a fronte di 929 guariti. Il numero dei tamponi effettuati a partire dal 1° ottobre è pari a 8.382. Un dato che inizia a far intravedere una luce in fondo al tunnel.

 

Danilo Roberto Cascone



Share