Il Covid uccide il “re dei costumi”. E’ morto all’età di 72 anni Raffaele Carfora, molto conosciuto in tutta l’area stabiese per la sua attività imprenditoriale. Poche settimane fa il contagio da coronavirus. Poi le sue condizioni si sono sempre di più aggravate, fino al ricovero in ospedale. Ieri mattina la morte, che allunga a 15 il triste e drammatico numero di vittime del Covid nella città gragnanese.



Appena pochi giorni fa un’altra pensionata di 72 anni gragnanese morì all’ospedale San Leonardo di Castellammare: si tratta di Carolina di Somma. Un aggiornamento drammatico per Gragnano anche a guardare i contagi. I positivi in città arrivano a 782, secondo l’ultimo bollettino ufficiale pubblicato dal sindaco Cimmino qualche giorno fa. Numeri freddi che descrivono un’epidemia che non arresta la sua corsa. Intanto migliorano i numeri del contagio a Sant’Antonio Abate. Trend nuovamente invertito ieri sera, con zero nuovi casi accertati e 11 guariti.



“I nostri positivi attuali stanno affrontando con coraggio questa battaglia – afferma il sindaco Ilaria Abagnale – e ne siamo orgogliosi. Le comunicazioni altalenanti devono però ricordarci che il pericolo di contagio esiste tuttora e deve essere assolutamente allontanato se vogliamo goderci il Natale con un piccolo sorriso in più. Forza, abatesi, continuiamo ad agire responsabilmente”.



Share