Continua la fase di stallo. Il contagio non cala e fortunatamente nemmeno impenna lasciando i numeri, giorno dopo giorno, molto simili.

Anche oggi un bollettino che ricalca i dati di ieri con 1.080 nuovi positivi rilevati nella giornata di lunedì, nelle 24 ore precedenti i positivi erano stati 1.060.

Dati fotocopia anche per quel che riguarda il numero di tamponi processati: oggi 12.360, contro i 12.330 di ieri.



Sale di qualche altro decimo il rapporto che risulta dall’incrocio tra positivi e tamponi lavorati. La percentuale odierna arriva a 8,73%, ieri era a 8,59%.

Dei nuovi positivi, 1.007 sono le persone che non mostrano alcun sintomo causato dal virus, mentre 73 mostrano i classici sintomi che riconducono al Covid19.


Nel report degli ultimi 10 giorni si registra un chiaro calo in pochi giorni. Sono  15.762 le persone positive, su 168.430 tamponi analizzati.

Calano ancora i tamponi lavorati, e calano anche i positivi. La percentuale tra i tamponi processati e i positivi riscontrati, ieri era al 9,77%.


Sono ancora 35 le vittime: 11 deceduti nelle ultime 48 ore e 24 deceduti in precedenza ma registrati ieri. Con i dati di oggi le vittime campane giungono a 2.064 dell’epidemia. Sono 1.634 i decessi comunicati dall’Unità di Crisi a partire dal primo ottobre.

Aumenta il numero delle persone che si sono lasciati alle spalle il coronavirus, sono 2.575 i guariti registrati nella giornata di ieri. Il totale dei guariti sale a 66.604 da inizio crisi epidemica.


Nelle ultime ore sono aumentati i ricoverati negli ospedali campani, dopo una settimana di flessione. In Terapia intensiva calano i posti disponibili che comunque retano ben 516; anche per i ricoveri ordinari Covid la disponibilità di posti letto cala a 1.262 nei diversi presìdi ospedalieri di Napoli e della Campania.

La percentuale di saturazione dei posti letto in terapia intensiva si ferma al 21.34%.

In queste ore la campagna vaccinale è iniziata nel Regno Unito, mentre l’Autorità del Farmaco negli Usa ha dato il via libera scientifico al vaccino Pfizer.




Situazione Clinica

Il totale dei positivi è di 167.433 da inizio pandemia, mentre il totale dei tamponi eseguiti è stato di 1.721.240 tamponi effettuati.

Salgono oggi a 1.898 i positivi con sintomi Covid ricoverati, con 58 pazienti in più rispetto a ieri. Tre in più invece pazienti ricoverati in terapia intensiva: oggi sono 140.

Diminuisce, grazie all’elevato numero di guaiti, il numero delle persone attualmente positive, che oggi sono 98.765, calando di 1.530 unità. Cala anche il numero delle persone in isolamento domiciliare che oggi sono 96.727, con un decremento di 1.591 unità.




I contagi in Campania negli ultimi 10 giorni:

Sabato 28 novembre            – 10,60%  – 2.022 contagiati
Domenica 29 novembre        – 11,38%  – 1.626 contagiati
Lunedì 30 novembre             – 12.04%  1.113 contagiati
Martedì 1 dicembre               –  9,32%  1.842 contagiati
Mercoledì 2 dicembre            –  9.28%  – 2.295 contagiati
Giovedì 3 dicembre               –  8,81% 1.651 contagiati
Venerdì 4 dicembre               –  8,16%  – 1.521 contagiati
Sabato 5 dicembre                –  8,03%   1.552 contagiati
Domenica 6 dicembre            –  8,59% 1.060 contagiati
Lunedì 7 dicembre                 –  8,73%  – 1.080 contagiati

Grafico elaborato da Giuseppe Velardo

Questi i dati del contagio provincia per provincia:

– Provincia di Napoli        :  103.503         (+411)   
– Provincia di Salerno      :    21.448         (+154)                            
– Provincia di Avellino     :      7.794            (+30)
– Provincia di Caserta      :    31.025         (+155)
Provincia di Benevento :      3.350         (+156)                                

Il dato riferisce il riepilogo diffuso dalla Protezione Civile comprendente anche casi già noti ma solo ora confermati.



Il contagio in Italia

Sono 14.842 i nuovi contagi da coronavirus in Italia oggi secondo i dati diffusi nel bollettino del ministero della Salute. Sono 737.525 le persone attualmente positive al Covid in Italia, 11.294 in meno rispetto a ieriIl rapporto tra positivi e tamponi è del 9,9% in netto calo rispetto a ieri (era del 12,3%).

Da ieri sono stati registrati altri 632 morti che portano il totale a 61.240 dall’inizio dell’emergenza legata all’epidemia. Da ieri sono stati eseguiti 149.232 tamponi. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 3.345, con un calo di 37 unità.

I ricoverati nei reparti ordinari sono 443 meno di ieri, per un totale di 30.081 pazienti.

I dimessi o guariti sono complessivamente 958.629, 25.497 in più.

È il Veneto, con 3.145 nuovi contagiati, la regione con il maggior numero di nuovi casi di Covid nelle ultime 24 ore. Seguono Lombardia (1.656), Emilia Romagna (1.624) e Lazio (1.501).




Sono 5 le vittime la cui morte è stata comunicata oggi dai presidenti degli Ordini. Tre di loro erano medici di famiglia. Salgono così a 238 i nomi che saranno ricordati sul memoriale Fnomceo dedicato ai camici bianchi positivi al Covid-19 deceduti. “Siamo tornati ai tempi di marzo”, ha commentato il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici, Filippo Anelli.


Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteTorre del Greco: nasconde droga in auto. Arrestato
SuccessivoFrattamaggiore: evade dai domiciliari, arrestato
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.