La nuova variante del coronavirus spaventa Napoli: controlli in aeroporto a Capodichino, massima attenzione nello scalo partenopeo. L’Unità di Crisi della Regione Campania ha disposto, con decorrenza immediata, controlli straordinari all’aeroporto di Capodichino a Napoli. Tutto questo “in attesa degli atti governativi relativi al divieto di ingresso in Italia di cittadini provenienti dal Regno Unito”. I passeggeri saranno sottoposti a controllo e scatterà in ogni caso la messa in quarantena “per impedire la possibile diffusione di una nuova variante del virus”.



Controlli, autocertificazioni e documentazione sanitaria (solo per gli arrivi) regolari e fluidi. E’ questa la situazione nell’aeroporto di Capodichino a Napoli. Chi rientra dall’estero è infatti tenuto ad effettuare il tampone 48 ore prima di partire per l’Italia. Oggi sono stati 47 i voli in arrivo e 46 quelli in partenza. In linea con le prescrizioni sanitarie, lo scalo ha adottato le misure necessarie a garantire la sicurezza dei passeggeri.



Installati termoscanner per il rilievo della temperatura corporea a tutti i passeggeri in arrivo e partenza. Sono stati poi previsti percorsi unidirezionali lungo i quali sono disposti dispenser con gel igienizzanti e segnaletica per il distanziamento sociale. Installate cabine per la sanificazione ai controlli di sicurezza e infine trattamenti di sanificazione dell’aria condizionata (lampade UV-C per la disinfezione dell’aria con sistemi di filtrazione di tipo ospedaliero) e di tutte le apparecchiature in uso ai passeggeri: carrelli, vaschette porta oggetti e sedia a rotelle per viaggiatori con ridotta mobilità.



Share