È tempo di turno infrasettimanale per la Serie A: domani tutti in campo per la sedicesima giornata di campionato. Nel turno di Milan-Juventus, il Napoli ospita lo Spezia allo stadio Maradona. Fischio d’inizio alle ore 18.

Gli azzurri arrivano all’appuntamento con i liguri con ritrovata fiducia. La bella e convincente vittoria di Cagliari ha ridato certezze alla squadra di Gattuso. Il valore della rosa è indubbio, è soltanto necessario acquisire costanza nelle prestazioni e nei risultati per tentare di restare vicino al vertice della graduatoria. Ora il Napoli staziona al quarto posto, a due punti dal terzo occupato dalla Roma e con una lunghezza di vantaggio sulla Juventus, mentre la capolista Milan è nove punti sopra.


Il timore di giocare contro compagini di bassa classifica è che, per il gioco che esprimono i partenopei, si vada in sofferenza con squadre che mantengono il baricentro basso, chiudendo gli sbocchi offensivi avversari, e attaccando in contropiede. Lo Spezia però non adotta questo tipo di tattica e prova sempre a mettere in mostra il suo gioco, indipendentemente da chi si trovi davanti. Infatti contro di loro sono andate in affanno team del calibro di Juventus e Inter, che però a fine gara sono riusciti a portare a casa i tre punti.

Gattuso dovrà ancora fare a meno dei soliti elementi bloccati in infermeria, Koulibaly, Mertens e Osimhen. Quindi ancora spazio a Maksimovic per sostituire il senegalese e a Petagna, alla quinta consecutiva da titolare al centro dell’attacco. Tra i pali prosegue l’alternanza tra i due portieri, con Meret che dovrebbe essere preferito a Ospina. Manolas affiancherà Maksimovic nella coppia difensiva, con Di Lorenzo e Mario Rui padroni delle fasce (occhio però a Hysaj che insidia il portoghese per la maglia da titolare sulla sinistra). Demme ha recuperato dalla contusione al gluteo e potrebbe prendere il posto di Fabian a centrocampo, insieme a Bakayoko. I tre uomini alle spalle di Petagna saranno Lozano, Zielinski e Insigne; qualche chance di vedere Politano in luogo del messicano, ma la trequarti dovrebbe essere occupata dai suddetti.


Lo Spezia di Italiano si trova al terzultimo posto, in coabitazione con Torino e Genoa, con la terza peggior difesa e due successi soltanto (l’ultima vittoria nove turni fa). Il tecnico non avrà a disposizione gli squalificati Chabot ed Estevez e diversi infortunati di lungo corso, tra cui il portiere titolare Zoet e la punta Galabinov. Nel ruolo di centravanti però si sta comportando egregiamente Nzola, che ha messo a segno sette reti in undici presenze. Il francese guiderà l’attacco supportato da Gyasi e Farias. A centrocampo agirà la sorpresa Pobega, mentre potrebbe dare il suo apporto a gara in corso il neoacquisto Saponara.

PROBABILI FORMAZIONI

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Mario Rui; Bakayoko, Demme; Lozano, Zielinski, Insigne; Petagna.

Allenatore: Gattuso

Spezia (4-3-3): Provedel; Ferrer, Terzi, Erlic, Marchizza; Maggiore, Deiola, Pobega; Gyasi, Nzola, Farias.

Allenatore: Italiano

Share