“Riaprire le Terme e restituire dignità ai lavoratori”, questi sono gli obiettivi che si pone il gruppo consiliare di Forza Italia a Castellammare di Stabia. “Due obiettivi che possono e devono andare di pari passo”, si legge nel comunicato dei forzisti che, evocando la vittoria in appello dei dipendenti che l’ex amministratore unico di Sint decise di non restituire al complesso termale, accusano di disastro chi ha guidato l’amministrazione comunale negli anni precedenti.



“È ben noto il disastro di chi, sventolando il vessillo del centrosinistra, – continua la nota -ha fatto danni alla guida dell’amministrazione comunale e della Sint, mandando sul lastrico centinaia di dipendenti ed un intero patrimonio di immobili oggi allo sfascio Quei dipendenti, che l’ex amministratore unico di Sint, decise di non restituire alla partecipata insieme all’intero ‘compendio termale’, hanno vinto il ricorso in Appello. Una battaglia legale che poteva essere evitata e che oggi si tramuta in un vero e proprio bagno di sangue per la Sint e per la città.



Come gruppo consiliare Forza Italia, siamo convinti che la proposta del gruppo Gaetano Cimmino Sindaco di Stabiae rappresenti la strada attualmente migliore per salvaguardare il patrimonio termale e tutelare i lavoratori. Il riferimento, in particolare, è relativo all’opportunità di assorbire nell’organico dell’Ente comunale gli ex dipendenti termali, chiedendo all’avvocatura municipale e alla Corte dei Conti un parere sulla relativa legittimità. Un’opportunità per salvare le Terme e i suoi dipendenti e dare una svolta immediata al percorso per la rinascita del termalismo nella nostra città”, conclude il comunicato.

Ivano Manzo



Share