Finisce in parità per 1-1 un vibrante ed emozionante  Monday night match tra Foggia e Juve Stabia: buona prestazione delle vespe che però si fanno recuperare in zona Cesarini da un indomito Foggia, che si esprime meglio nel secondo tempo dopo un primo invece ben giocato dagli ospiti campani.

La Juve Stabia passa in vantaggio al 17′ della ripresa su rigore con Berardocco ma al 41′ il Foggia impatta con Dell’Agnello. Nel finale Romero ha la palla del ko ma si fa ipnotizzare da Fumagalli che risulta essere il migliore dei suoi, grazie anche ad un altro paio di interventi risolutori nel corso del match. La Juve Stabia ha pagato nel finale l’unica disattenzione difensiva con Dell’Agnello che centra il pari. Lo Zaccheria resta così tabù per la Juve Stabia che con questo pareggio resta del decimo posto in classifica mentre il Foggia si porta in terza posizione con Avellino e Teramo.


La partita

Subito intraprendente la Juve Stabia che costruisce la prima occasione gol del match al 14′: bel suggerimento di Berardocco sulla sinistra per Rizzo, il cui cross in area viene arpionato in acrobazia da Romero, sulla cui conclusione a rete il portiere Fumagalli, ex stabiese, si supera e riesce a deviare con una prodigiosa parata, smanacciando la palla in volo. Tre minuti dopo è ancora la Juve Stabia che va vicina al vantaggio con una conclusione dal vertice destro dell’area da parte di Fantacci, il suo tiro a giro di sinistro termina di un niente fuori alla destra di Fumagalli.

La Juve Stabia si mantiene alta in avanti costringendo alla difensiva il Foggia che gioca in maniera compassata nei primi trenta minuti.

I gialloblù gestiscono bene la palla con fraseggi precisi a centrocampo, sfruttando poi la corsia esterna di sinistra con le incursioni di Rizzo e Vallocchia. Il Foggia cerca di impostare trame con le ripartenze ma i satanelli non riescono a essere efficaci nelle verticalizzazioni per sorprendere la retroguardia ospite.


Il primo tempo termina sullo 0-0: Foggia poco incisivo in attacco, più manovriera e determinata invece la Juve Stabia. Vespe con più possesso palla nella prima frazione di gioco.

Nelle prime battute della ripresa il Foggia appare più reattivo e si propone in attacco.

La squadra di Marchionni spinge di più costringendo la Juve Stabia a restare nella sua metà campo.

Al 9′ fuori Mastalli dentro Scaccabarozzi: per il capitano gialloblù una piccola botta al ginocchio sinistro lo costringe ad uscire.

Al 14′ ci prova Rocca per il Foggia con un tiro dalla distanza, poco preciso.

Al 16′ rigore per la Juve Stabia per fallo di Di Jenno da tergo su Romero in area, trasforma il penalty Berardocco alla sinistra di Fumagalli.

Al 22′ grande opportunità per la Juve Stabia: cross da destra di Garattoni, testa di Romero in area piccola e altra super parata in volo di Fumagalli che evita la capitolazione della propria porta.

Al 41′ pari del Foggia con Dell’Agnello con un tiro in area dopo respinta di testa di Troest.

Nel finale il Foggia cerca di colpire ancora ma la Juve Stabia fallisce il colpo del KO con Romero in contropiede, dopo errore di Gavazzi, che si fa parare da Fumagalli un tiro in area a tu per tu con il portiere locale e la partita termina con il pareggio per 1-1.


Tabellino

Foggia (3-5-2): Fumagalli 7.5; Anelli 6 Gavazzi 6 Germinio 5.5; Del Prete sv (8′ pt Di Masi 5.5) Vitale 6 (25′ st Balde 6) Salvi 6 (39′ st Morrone sv) Rocca 5.5 Di Jenno 5.5; Curcio 5 ( 39′ st Dell’Agnello 7) D’Andrea 5 (38′ st Garofalo sv) . All.: Marchionni 6.

Juve Stabia (4-3-3): Tomei 6; Garattoni 6.5 Troest 6 Allievi 5.5 Rizzo 6.5; Mastalli 5.5 (9′ st Scaccabarozzi 6.5) Berardocco 7 Vallocchia 6.5 (39′ st Codromaz sv); Fantacci 6 (32′ st Golfo 5.5) Romero 6 Orlando 6.5 (39′ st Ripa sv). All.: Padalino 6.

Arbitro: Colombo di Como 6. Guardalinee: Pascali-Cavallina. Quarto uomo: Moriconi di Parma. Marcatori: 17′ st Berardocco (rig.JS), 41′ st Dell’Agnello (F). Ammoniti: Vallocchia (JS), Di Jenno (F), Garattoni (JS), Fumagalli (F). Note: partita a porte chiuse. Angoli 2-4. Recupero: 1′ pt- 4′ st.

Domenico Ferraro



Share