Dopo alcune settimane di criticità dovuta alla carenza di alcune figure professionali, da oggi martedì 12 gennaio 2021 torna alla piena operatività il reparto di rianimazione dell’ospedale di Sorrento. I vertici Asl Napoli 3 Sud con il direttore generale Gennaro Sosto, hanno provveduto ad assegnare alla Rianimazione sorrentina nuove unità di medici anestesisti.

Una di queste ha già preso servizio nei giorni scorsi contribuendo, insieme ai colleghi già in servizio, a garantire la continuità delle attività del reparto (il trattamento delle emergenze non è mai stato sospeso).



Già oggi è prevista l’assegnazione di altri dirigenti medici anestesisti che assicureranno le ore per la copertura dei turni necessari a garantire la ripresa di tutte le attività. Rientra, dunque, l’emergenza nel reparto di area critica dell’ospedale di Sorrento grazie all’impegno della direzione strategica Asl Napoli 3 Sud, degli operatori della stessa struttura ospedaliera sorrentina, ma anche alla disponibilità ed allo spirito di servizio dei professionisti degli altri ospedali aziendali.

“Accogliamo con sollievo la notizia del ritorno alla piena operatività del reparto di rianimazione dell’ospedale di Sorrento. E’ un primo passo in direzione di una normalizzazione del quadro sanitario in penisola sorrentina. Ma non basta. Le problematiche da affrontare sono tante. In gioco c’è la salute dei cittadini e la gestione di un quadro emergenziale reso sempre più difficile dalla pandemia”.



I sindaci di Sorrento, Massimo Coppola, e di Sant’Agnello, Piergiorgio Sagristani, commentano così la notizia diffusa poco fa dall’Asl Napoli 3 Sud, dell’assegnazione di nuove unità di medici anestesisti al nosocomio sorrentino. Una situazione che, nelle scorse settimane, aveva provocato rallentamenti, e in alcuni casi la paralisi, nell’attività di interi reparti.

“Si tratta di un risultato raggiunto grazie al dialogo, al confronto e alla disponibilità del direttore generale dell’Asl, Gennaro Sosto – proseguono i primi cittadini – Ora è tempo che la Regione Campania si faccia carico di carenze e questioni non più rimandabili, relative alla sanità in penisola sorrentina. E’ per questo che giovedì mattina, con una delegazione di tutti i sindaci del comprensorio, incontreremo il presidente Vincenzo De Luca. A lui chiederemo di trovare insieme soluzioni condivise, per migliorare e superare le attuali condizioni in cui versano gli ospedali Santa Maria della Misericordia di Sorrento e De Luca e Rossano di Vico Equense”.



Share