Il Napoli batte l’Empoli e si qualifica ai quarti di finale di Coppa Italia. Questo dovrebbe essere scontato e in effetti è successo, ma è il modo con cui si è arrivati alla vittoria che sorprende. Gli azzurri si impongono per 3-2 e vanno in affanno anche con una squadra di Serie B, seppure prima in classifica.


Gattuso dà spazio a giocatori poco utilizzati in campionato, come Ghoulam, Lobotka e Rrahmani, e c’è da dire che evidentemente un motivo per cui sono spesso in panchina esiste. I tre succitati sono sembrati in ritardo di condizione e sono andati in difficoltà. Il terzino algerino è ormai il lontano parente del talento ammirato prima del doppio infortunio di oltre tre anni fa e bisogna metterci una pietra sopra (viene da chiedersi il perché sull’insistenza di tenerlo in rosa); lo slovacco, schierato da regista oggi, non ha fatto girare la squadra come Gattuso sperava e ha perso diversi palloni in mezzo al campo; il difensore kosovaro, schierato per fargli ritrovare fiducia dopo lo svarione contro l’Udinese, ha giocato in realtà una partita ordinata, ma ha lasciato troppo spazio a Bajrami, che ha punito per due volte il Napoli.


Più in generale è stata una gara come stiamo vedendo spesso ad opera degli azzurri. Si è creato tanto in attacco, concretizzando poco, e si è stati disattenti in difesa, con l’Empoli che ha messo in difficoltà una squadra che lotta per le posizioni di vertice in massima serie. Quindi lo spartito è quello a cui siamo abituati, fa soltanto specie che succeda anche con formazioni di categorie inferiori.

Non sono però mancate le note positive. Una su tutte il rientro di Koulibaly, in campo per tutti i novanta minuti e uno dei migliori dei suoi, pronto quindi per dare manforte per le prossime importanti sfide. Buone anche le prove di Lozano e Politano, il messicano in particolar modo ha segnato un gran gol da fuori area e ha sempre messo in imbarazzo la difesa avversaria.


In fin dei conti questa era un match il cui risultato, come dicevamo, era scontato ed è stato importante non affaticare troppo gli elementi che saranno in campo contro la Fiorentina domenica. Per il Napoli il prossimo impegno in Coppa Italia sarà tra due settimane, quando, per i quarti di finale della competizione, se la vedrà con la vincente tra Roma e Spezia.

Salvatore Emmanuele Palumbo



Share