Il governatore De Luca nella diretta del venerdì pomeriggio aveva parlato di rientro graduale a scuola per le lezioni in presenza e così sarà. Un rientro molto graduale a quanto pare. Per le scuole primarie si aggrega al manipolo di quanti potranno rientrare in classe i piccoli della terza classe della scuola primaria.


“L’Unità di Crisi – così si legge in una nota che annuncia quanto sarà ratificato nelle prossime ore – si è riunita nel pomeriggio per esaminare la situazione epidemiologica in relazione al ritorno in presenza nella scuola. Una relazione tecnica confluirà nell’ordinanza che sarà firmata nella giornata di domani. Si anticipano di seguito le decisioni che sono state assunte.

        • A partire da lunedì prossimo, 18 gennaio 2021, sarà consentito il ritorno in presenza fino alla terza classe della scuola primaria, oltre alle classi dei servizi educativi e della scuola dell’infanzia e dei bambini e ragazzi con bisogni educativi speciali.
        • Non è consentita la refezione scolastica
        • È dato mandato alle Asl di distribuire ai medici di medicina generale test antigenici per il monitoraggio della situazione dei contagi del personale della scuola, docente e non docente, con priorità per chi già è impegnato nella didattica in presenza.




Si comunica altresì – si legge sempre nella nota – che, come da ultimo Dpcm, la Campania da domani viene confermata in “zona gialla” con le relative restrizioni nazionali”.

Restano ancora in Dad, quindi le classi quarte e quinte della scuola elementare.



Share