Ha suscitato grande preoccupazione l’incendio sviluppatosi in India, al Serum Institute di Pune, considerato uno degli più grandi stabilimenti al mondo per la produzione di sieri e attualmente impegnato con il vaccino Covishield di Oxford/AstraZeneca per la lotta al Sars-CoV-2.


I media locali hanno riferito di fiamme e fumo sprigionatisi al quinto pianto dell’impianto, ma l’azienda, nella persona di Adar Poonawalla, è intervenuta prontamente per assicurare che la produzione del vaccino AstraZeneca non ha subito alcun danno in quanto l’incendio sarebbe divampato nell’impianto produttivo in costruzione e non ha interessato quello dove si produce il vaccino.


Purtroppo cinque sono state le vittime accertate dai vigili del fuoco, una volta domate le fiamme, tra cui quello di una donna. “Siamo profondamente rattristati e porgiamo le nostre più sentite condoglianze ai membri della famiglia dei defunti”, ha scritto su twitter l’amministratore delegato

Due sono i vaccini approvati questo mese dalle autorità sanitarie indiane: Astra/Zeneca prodotto dal Serum Institute e il Covaxin prodotto dalla società indiana Bharat Biotech.

 

Share